Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal Comune l'ennesimo rinvio: ora il quartiere si mobilita per la biblioteca chiusa 5 anni fa

La petizione online è stata lanciata da un consigliere di circoscrizione

 

Doveva essere una chiusura momentanea, ma a cinque anni di distanza i cittadini del quartiere Posso Strada non sono ancora potuti tornare nella propria biblioteca. Stiamo parlando della biblioteca Carluccio di via Monte Ortigara 95, una struttura che è richiesta a gran voce dai cittadini del territorio e a dimostrarlo ci sono le oltre 600 firme che il consigliere della terza circoscrizione, Nicolò Lagrosa, ha raccolto in una decina di giorni. 

"La biblioteca ha chiuso per lavori di ristrutturazione perché si erano trovati dei pannelli di amianto. L'apertura però dal 2015 a oggi è stata sempre rinviata. Si tratta di una struttura vissuta dalle persone del quartiere per anni. Oltre a essere un importante punto di riferimento culturale è anche un luogo di incontro e aggregazione del quartiere", racconta Nicolò Lagrosa, consigliere della terza circoscrizione in quota ai Moderati. 

"Ci sono tantissimi studenti che sono pronti a usufruire di questa biblioteca già da domani, come tantissimi anziani che sono desiderosi di leggere i quotidiani. Sono costretti ad andare in altri punti bibliotecari o a rinunciare all'attività culturale o di prestito del libro", continua Nicolò Lagrosa, consigliere della terza circoscrizione in quota ai Moderati.   

Il Comune più volte ha annunciato la riapertura della biblioteca a partire dal 2017 quando la stessa sindaca l'annunciò tramite un video su facebook, ma mai agli anunci sono seguiti i fatti. Come è successo a dicembre quando vi è stato l'ennesimo rinvio: "Era stata promessa in risposta a una mia interpellanza la calendarizzazione della riapertura prima di Natale. Peccato che sia stata rinviata ancora a causa di verifiche che si stanno svolgendo per via di infiltrazioni di acqua", conclude Nicolò Lagrosa, consigliere della terza circoscrizione in quota ai Moderati. 


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento