Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Balon Mundial", in campo contro i pregiudizi: arriva a Torino il mondiale dei migranti e dei rifugiati

 

In campo le porte sono aperte per tutti. È questo il motto della tredicesima edizione di Balon Mundial, il campionato del mondo per migranti che per il tredicesimo anno consecutivo si svolgerà a Torino dal 15 giugno al 21 luglio. Tommaso Pozzato, il presidente dell'associazione organizzatrice dell'evento, lo ha detto chiaramente: quest'anno fino all'ultimo il torneo è stato in bilico, ma alla fine la decisione è stata quella di giocare. 

Evento che ha ricevuto i saluti di Gabriele Gravina, presidente della FIGC, e della capitana della nazionale di calcio italiana femminile, Sara Gama: "Sia la UEFA, sia la FIFA, sia la FIGC hanno come obiettivo l'integrazione e l'abolizione di qualsiasi pregiudizio nei confronti di chiunque" - ha commentato Evelina Christillin. 

"Sono tutti cittadini di Torino. In campo siamo tutti calciatori e calciatrici. Insieme abbiamo una visione che attraverso lo sport vuole dare a tutti la possibilità di stare insieme, giocare e conoscersi" - ha concluso Tommaso Pozzato di Balon Mundial. 

Per l'occasione il Museo Egizio farà entrare i partecipanti alla competizione, accompagnati da un amico o amica, al prezzo simbolico di un euro. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento