rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022

"Il governo ci sta togliendo il lavoro. Vogliamo il reddito di cittadinanza", la protesta degli autisti a noleggio

Si presenteranno alla posta centrale di via Alfieri per consegnare la propria richiesta per accedere al reddito di cittadinanza. Sono i gli autisti delle compagnie di auto a noleggio con conducente (NCC) che da fine mese rischiano di vedere andare in fumo il proprio posto di lavoro. 

"Chiediamo il reddito di cittadinanza perché il Governo con il nuovo decreto legge che è andato in vigore farà sì che molte aziende con dipendenti saranno obbligati a chiudere l'attività. Non avremo più la possibilità di muoverci all'interno delle Regioni e dello Stato, ma saremo chiusi all'interno delle province e dei comuni. Così verrà ridotta la nostra operatività. In più ci hanno posto dei vincoli burocratici che non hanno senso di esistere nella nostra attività, ma che anzi ci complicano ulteriormente la vita" - dice Marco Ferrari, coordinatore piemontese del FAI Trasporto Locale. 

"Siamo qui davanti alla Regione per protestare contro questa legge. Con questa legge lo Stato è stato prevaricatore sulle Regioni perché ha loro tolto il compito di emanare i regolamenti. La Regione Piemonte dovrebbe avere la forza, in sede di conferenza Stato-Regioni, di bloccare questa legge porcata" - ha concluso Marco Ferrari, coordinatore piemontese del FAI Trasporto Locale. 

Video popolari

"Il governo ci sta togliendo il lavoro. Vogliamo il reddito di cittadinanza", la protesta degli autisti a noleggio

TorinoToday è in caricamento