Arrestato il rapinatore di orologi, il complice era morto schiantandosi con lo scooter

Da Napoli a Torino per rubare Rolex. Identificato anche il secondo componente della banda che tra il maggio del 2018 e metà novembre dello stesso anno avrebbe messo a segno ben undici rapine e furti con strappro nel capoluogo piemontese. È stato arrestato dalla Polizia di Stato un pluripregiudicato napoletano rapinatore seriale di rolex. Si tratta di un 33enne residente a Napoli. 

La storia è nota, oltre che per le rapine, anche per la morte del complice del pluripregiudicato. L'uomo infatti non agiva da solo, ma aveva un complice che è deceduto a Torino il 30 dicembre dello scorso anno in seguito a un incidente stradale, avvenuto il 16 novembre, mentre fuggiva a folle velocità da alcune pattuglie che avevano provato a indentificarlo. Il poliziotto che lo inseguiva sarebbe indagato

Le indagini della polizia hanno inoltre portato all'identificazione della rete che avevano i due sul territorio torinese. A Torino potevano godere della coperatura di alcuni malviventi- anch'essi identificati e indagati - che fornivano appoggio logistico, una dimora e un “box auto” utilizzato per nascondere i motoveicoli che servivano per le rapine.  

La squadra mobile di Torino, coordinata dalla Procura della Repubblica, è riuscita a identificare i malviventi prendendo in esame ben ventiquattro rapine commesse in diversi periodi di tempo. Di questi ben undici episodi sono riconducibili ai due rapinatori. L'uomo adesso si trova nel carcere di Poggio Reale a Napoli. 

Si parla di

Video popolari

Arrestato il rapinatore di orologi, il complice era morto schiantandosi con lo scooter

TorinoToday è in caricamento