rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021

Antonino Iaria, l'architetto grillino neo assessore di Appendino: "Il mio un approccio meno ideologico e più fattivo"

È uno dei fondatori del Movimento 5 Stelle di Torino

Ha debuttato oggi, lunedì 9 settembre, in consiglio comunale a Torino il nuovo assessore all'Urbanistica Antonino Iaria. La scelta, come ribadito in aula dalla sindaca, è ricaduta su di lui anche per il suo profilo politico. "Ieri ho compiuto dodici anni di Movimento 5 Stelle e sono contento che si ribadisca che noi siamo un progetto dell'amministrazione torinese con un programma votato dai cittadini, ma siamo anche il Movimento. All'epoca avevamo un approccio più vicino a quel che stiamo cercando di fare oggi: un approccio più legato ai temi da affrontare con tutti gli attori. Un approccio meno ideologico, ma più fattivo e con l'idea di andare verso una sostenibilità ambietale più impattante e una visione della comunità più equa". 

Quali sono le sue priorità? "Sicuramente lavorare al piano regolatore e al cambiamento della città con un approccio integrato tra vari assessori. Deve essere un lavoro interassessorile con l'assessore all'ambiente, alle politiche sociali e al commercio. Non ho deleghe dimezzate, ma semplicemennte divise per riuscire a fare un lavoro di squadra ottimo. Un approccio moderno". 

"Noi lavoreremo a un progetto che non sarà solo per i prossimi due anni, ma per un progetto minimo a sette anni. I cambiamenti della città non si possono esaurire con le amministrazioni. Rispetto alle amministrazioni precedenti abbiamo un vantaggio perché abbiamo avuto un bilancio più solido e questo attira nuovi investitori" - ha continuato Iaria. 

Quale sarà la prima cosa che farà? "La prima cosa che farò è un incontro con tutti gli attori coinvolti nelle modificazioni urbanistiche del territorio. Attori che hanno interesse alla modifica delle politiche urbanistiche della città". 

Video popolari

Antonino Iaria, l'architetto grillino neo assessore di Appendino: "Il mio un approccio meno ideologico e più fattivo"

TorinoToday è in caricamento