rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

Vecchi telefoni dimenticati dentro i cassetti, un'azienda di Torino dà loro una nuova vita

La storia

In corso Giulio Cesare, in quella fetta di Torino che spesso viene raccontata solamente per le sue criticità, ha sede un'azienda che è stata in grado di distinguersi nel mondo tecnologico fino a vincere, pochi mesi fa a Las Vegas, quelli che potremmo definire gli Oscar dell'innovazione. 

Si chiama Domethics e ha dimostrato che lo sviluppo di nuove tecnologie può essere anche eco sostenibile. Loro infatti hanno deciso di dare una nuova vita ai telefoni e ai tablet che ognuno di noi ha abbandonato dentro a un cassetto per passare al modello più avanzato di iPhone. 

"Statisticamente ci sono solo in Europa 700 milioni di smartphone chiusi dentro i cassetti", ci racconta Mirko Bretto, uno dei soci della Domethics, "Più della metà sono tecnologie che abbiamo messo via perché il marketing ci ha detto che era ora di cambiare il telefono, ma in realtà hanno ancora molto da fare". 

Come sfruttarli? "La nostra idea è stata quella di recuperare gli smartphone o i tablet chiusi nei cassetti e utilizzarli per realizzare prodotti tecnologici. Aggiungiamo una piccola parte ai telefoni e abbiamo strumenti performanti".

Nasce così Adriano, un dispositivo tecnologico che trasforma vecchi smartphone e tablet in Gateway di home automation. Cosa significa, attraverso Adriano l'utente può controllare da remoto sul proprio telefono l'accensione delle luci in casa, del riscaldamento o può essere usato anche per la telemedicina. Queste sono solo alcune delle possibilità. 

Come può questo avere un impatto positivo sull'ambiente? "L'Unione europea ha stabilito che allungando la vita anche solo di un anno a uno di questi dispositivi dimenticati possiamo risparmiare fino a quattro chili di anidride carbonica. Se consideriamo che in un anno un albero grande può assorbire fino a 12 chili di anidride carbonica, vuol dire che ogni tre telefoni a cui allunghiamo la vita anche solo di un anno, di fatto facciamo lo stesso lavoro che potrebbe fare un albero"

"Ogni anno acquistiamo un prodotto legato alla tecnologia", continua Bretto, "se invece comprassimo una parte sola di quel prodotto e utilizzassimo l'intelligenza chiusa nel cassetto avremmo un impatto ambientale sulle risorse che andiamo a valutare". 

Adriano è stato valutato tra i prodotti più innovativi del 2022 al Ces di Las Vegas : "Lo abbiamo chiamato Adriano in onore di Olivetti, vuole essere un omaggio alla tecnologia italiana", conclude Bretto. 

Video popolari

Vecchi telefoni dimenticati dentro i cassetti, un'azienda di Torino dà loro una nuova vita

TorinoToday è in caricamento