Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torino, le Partite Iva protestano: "I soldi delle accise vengano destinati alle famiglie di chi si è ucciso"

Presidio davanti all'Agenzia delle Entrate

 

"Siamo qui per avanzare una proposta: si istituisca un fondo di sicurezza per le Partite Iva utilizzando una parte delle accise che noi paghiamo", a dirlo è Beba Pucciatti, presidente di Fipi-Futuro Italiano Partite Iva, al termine della manifestazione di protesta che si è tenuta questo pomeriggio, venerdì 30 aprile, davanti all'Agenzia delle Entrate di corso Bolzano. 

"Soldi che devono essere destinati alle Partite Iva in grave difficoltà economica, che hanno subito gravi malattie o infortuni e per aiutare le famiglie che hanno perso un membro che si è ucciso", continua Beba Pucciatti che poi racconta di come molti imprenditori in questi mesi abbiano scelto di togliersi la vita. 

"Sono suicidi che passano inosservati e che noi definiamo omicidi di Stato. Nel primo lockdown su 45 suicidi, 25 erano Partite Iva", conclude Beba Pucciatti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento