Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torino, il Trio Medusa regala 30 colazioni sospese ai clienti del bar danneggiato dopo la guerriglia

"Vogliamo tornare alla normalità"

 

Giuseppe Manes è uno dei tanti commercianti che martedì mattina ha dovuto fare i conti con la folle guerriglia che si è scatenata lunedì 27 ottobre in centro a Torino. Lui gestisce un locale che si chiama The Loft e che affaccia su Piazza Carlo Alberto. Il suo dehors è stato utilizzato dai violenti come trincea e alcuni di questi hanno tentato di dare fuoco agli imbrelloni che danno sulla piazza. 

Giuseppe, che ha aperto il locale in piena pandemia, preso dallo sconforto ieri mattina si è voluto sfogare con chi negli anni ha cominciato a considerare degli amici, i componenti del Trio Medusa. Così ha mandato un messaggio durante la trasmissione radiofonica Chiamate Roma Triuno Triuno che conducono su Radio Deejay e ha raccontato loro quel che gli era capitato. 

Un piccolo gesto che si è trasformato in una vera e propria fonte di rinnovata energia. Il Trio Medusa infatti lo ha subito contattato e in qualche modo ha voluto aiutarlo pagando trenta colazioni da offrire a chiunque volesse. "Io non ho chiesto soldi", racconta Giuseppe, "Noi chiediamo la normalità, che la gente torni nuovamente a trovarci. Loro hanno invitato la gente a venirci a trovare e così sta succedendo". 

"Manterremo i tavoli così danneggiati", spiega Giuseppe, "Le righe sui tavoli sono le rughe di anzianità dei nostri tavoli. Vogliamo mettere delle etichette sui tavoli con scritto 'sopravvissuti' perché così i nostri tavoli avranno una storia da raccontare". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento