Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torino ha una spiaggia, ma in troppi la lasciano sporca: chi la ama fa un appello al Comune

I residenti della zona si occupano di pulirla

 

Anche Torino ha la sua spiaggia, ma sono troppi gli incivili che, dopo aver trascorso il proprio tempo libero a prendere il sole o a farsi un bagno nelle acque del Po, se ne vanno abbandonando i propri rifiuti in mezzo alla sabbia. 

Si trova all'interno del parco del Meisino ed è stata allestita anni fa da un pensionato di nome Mario. Con il passare degli anni quel luogo è diventato meta non solo dei residenti, ma di torinesi che arrivano da tutte le zone della città. Soprattutto nel fine settimana viene presa d'assalto. 

Ad aiutare l'anziano signore a mantenerla in ordine ci sono diversi residenti tra cui Massimo e Laura, una coppia che quasi tutti i giorni si occupa di togliere dalla spiaggia l'immondizia abbandonata dagli avventori tra cui bottiglie di vetro e di plastica, rifiuti, braci e mozziconi di sigarette. 

Il disagio è un neo all'interno di un progetto di riqualificazione spontanea di un territorio a opera di un gruppo di cittadini che ha deciso di fare propria una risorsa della città. Quel territorio infatti negli anni è stato valorizzato ed è diventato un piccolo gioiellino, anche e soprattutto grazie all'impegno del signor Mario, il vero protagonista di questa bella esperienza. 

"Ci vorrebbero dei bidoni del Comune e l'inclusione di questa spiaggia nella raccolta dei rifiuti ufficiale", spiega una donna che abita nelle vicinanze della spiaggetta, "E poi ci aspettiamo un po' di rispetto da parte delle persone che vengono perché non vedi nessuno andare via con i sacchetti dell'immondizia. Lasciamo il luogo più pulito di come lo abbiamo trovato". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento