Covid-19, pronto il piano vaccinale: in arrivo 400.000 dosi per 200.000 piemontesi

Cirio: "Necessario per evitare una terza fase emergenziale"

Una terza fase emergenziale da covid si può evitare, o meglio si può contenere, anche passando attraverso una importante campagna di vaccinazione. È per questo che la Regione Piemonte ha presentato il piano che porterà il vaccino nel nostro territorio. In arrivo 400.000 dosi del vaccino della Pfizer che verranno distribuite a una platea di quasi 200.000 piemontesi. 

Primi a essere vaccinati saranno i dipendenti del comparto sanitario e gli anziani presenti nelle RSA, poi da marzo la platea potrà essere allargata a over60 e persone fragili. Durante la prima fase che scatterà il 21 gennaio il vaccino verrà distribuito in 28 presidi ospedalieri piemontesi; l'ospedale del Valentino entrerà in gioco solo da marzo. 

"La possibilità di evitare la terza fase dipende anche dalla capacità di vaccinare in fretta", ha detto Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, "Vaccineremo il nostro personale sanitario e i nostri anziani che sono all'interno delle residenze per anziani. Abbiamo individuato le aree ospedaliere all'interno delle quali verranno stoccati i vaccini. E siamo pronti anche alla fase 2 del percorso di vaccinazione che vedrà vaccinare tutti quei soggetti che hanno più di 60anni e le persone fragili con patologie. Per questa fase abbiamo individuato l'ospedale del Valentino che potremo riconvertire quando sarà necessario a centro prelievi, sono già stati fatti i soprallughi tecnici e si è in grado di effettuare vaccini per 7.000 o 8.000 persone al giorno in due turni". 

La seconda fase potrebbe già scattare a marzo: "Il dato del Governo è che noi il 21 gennaio partiamo con la prima fase e abbiamo 50 giorni per realizzarla perché il vaccino prevede due inoculazioni, la seconda dopo 20 giorni. Ci vogliono due mesi per fare i primi 200.000 piemontesi e poi si potrà allargare a tutti. È un vaccino volontario, ma c'è una forte raccomandazione perché è uno strumento importante per evitare di cadere in una nuova fase emergenziale", ha concluso il presidente Cirio. 

Si parla di

Video popolari

Covid-19, pronto il piano vaccinale: in arrivo 400.000 dosi per 200.000 piemontesi

TorinoToday è in caricamento