Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune batte cassa al Governo: "Servono nuove risorse per bus, tram e metropolitana"

Escluso un aumento delle tariffe dei biglietti

Il Comune di Torino sul trasporto pubblico locale batte cassa al Governo. A farlo, senza peli sulla lingua e senza lasciare spazio ad alcuna interpretazione, è Maria Lapietra, l'assessora ai Trasporti: ci vogliono più risorse per quello che viene definito un settore strategico. 

"Quello del trasporto pubblico locale è un settore strategico, ma sembra che nessuno lo percepisca. Nel senso che si parla tantissimo di emergenza climatica e poi mancano le risorse per il settore numero uno per risolvere l'emergenza climatica. Questo è un problema", dice l'assessora a margine del convegno sull'innovazione tecnologica nell'ambito del trasporto pubblico organizzato da ASSTRA (Associazione Trasporti). 

"Innovarsi è fondamentale, ma mancano le risorse per la base: per avere nuovi autobus, nuove linee di tram, la metropolitana. Servono però anche le risorse per l'esercizio, quindi per fare viaggiare questi mezzi e su questo c'è un buco. Noi abbiamo bisogno che al Governo ci sia qualcuno che si impegni per questo", continua l'assessora. 

Lapietra guarda al futuro e dunque anche alla nuova rete del trasporto pubblico locale che a breve verrà presentata: "Serve un impegno concreto. Quindi benissimo all'innovazione, ma dobbiamo mettere delle basi solide. Già GTT in questi ultimi anni è stata risollevata ed è un primo passo importante, però adesso servono le risorse. A giorni presenteremo la nuova rete del trasporto pubblico, ma anche lì abbiamo bisogno di pensare al futuro e di risorse per renderla più attrattiva per le persone che vogliono rinunciare all'automobile". 

Tutto questo per scongiurare un eventuale aumento delle tariffe dei biglietti: "GTT è partita con un contratto da 174 milioni l'anno, siamo arrivati a 135. Quaranta milioni in meno hanno fatto la differenza. E poi c'è la metropolitana, adesso avremo due nuove linee che arriveranno uno a Rivoli e una verso Bengasi, abbiamo bisogno di 10 milioni in più. Non ci si ripaga con la bigliettazione e non ha senso aumentare le tariffe".

Si parla di

Video popolari

Il Comune batte cassa al Governo: "Servono nuove risorse per bus, tram e metropolitana"

TorinoToday è in caricamento