rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022

Commercianti in prima linea contro la violenza sulle donne, le vetrine saranno rosse

"Non più di quindici giorni fa ho dovuto contattare il nostro vicesindaco per affrontare un'emergenza" - a dirlo è Luigina Ceccato, commerciante di Grugliasco, che racconta così una delle occasioni in cui si è trovata davanti alla confidenza di una donna vittima di violenza. 

Può sembrare strano, ma spesso sono il primo presidio sul territorio. Sono i commercianti, donne e uomini, che gestiscono negozi, studi di servizi o bar e ristoranti e che sempre più spesso diventano antenne pronte ad ascoltare i richiami di aiuto di quelle donne che tra le mura domestiche, al lavoro o a scuola subiscono violenza fisica e psicologica. 

Professionisti che prima di tutto chiedono formazione per poter affrontare al meglio le situazioni davanti alle quali si possono trovare. Non è facile trovare il giusto approccio con una persona che subisce violenza e che cerca un aiuto. 

Per questo motivo quest'anno i Comuni di Grugliasco, Collegno, Rivoli e Alpignano - in occasione del 25 novembre che è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne - hanno deciso di coinvolgere proprio loro, i commercianti. E il loro coinvolgimento sarà ben visibile. 

Il 25 novembre infatti le vetrine dei negozi delle quattro città saranno abbobate con gomitoli di lana rossa ad indicare che quello è anche un luogo sicuro dove le donne possono confidarsi e chiedere aiuto. 

Video popolari

Commercianti in prima linea contro la violenza sulle donne, le vetrine saranno rosse

TorinoToday è in caricamento