Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torinese, frode in commercio: sequestrati 8 milioni di coltelli e altri articoli per la casa

Denunciati tre imprenditori italiani

 

Scoperta dalla Guardia di Finanza di Torino una maxi frode in commercio da oltre 5 milioni di euro. Sequestrati 8 milioni di coltelli venduti come "made in Italy", ma prodotti in Cina.

A dare il via all'operazione dei baschi verdi torinesi alcuni sopralluoghi in alcuni negozi di Torino. Esposti sugli scaffali prodotti per la casa di una nota azienda italiana con le etichette e le indicazioni merceologiche palesemente contraffatte. 

Le indagini dei finanzieri portano i militari in un piccolo centro del canavese, a Forno Canavese, dove viene individuato il deposito della merce all'interno del quale vengono trovati 8 milioni di coltelli e prodotti per la casa, pronti per essere venduti come articoli “Made in Italy” ma di fatto realizzati in Cina. I coltelli sono stati sequestrati, la frode in commercio avrebbe fruttato oltre 5 milioni di euro.

I militari inoltre hanno riscontrato gravi irregolarità all’interno dell’azienda anche in materia di sicurezza sul lavoro: macchinari in precarie condizioni, alcuni muniti di lame taglienti senza alcuna protezione a tutela del lavoratore, sversamenti di liquami, capannoni interrati senza illuminazione; criticità queste che hanno indotto i Finanzieri a richiedere l’intervento da parte dello Spresal di Ivrea.

Tre imprenditori italiani sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria Torinese per frode in commercio.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento