Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contro il coronavirus arriva la banca del plasma: Cirio si candida come donatore

In totale i centri per il prelievo saranno 16

 

"Sono appena reduce da un prelievo perché mi sono candidato per donare il plasma", a dirlo è il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, in un video che ha postato su facebook. Da ieri, mercoledì 20 maggio, è operativa in Piemonte la "banca del plasma". Cirio potrà candidarsi quale donatore di sangue in quanto a marzo è risultato positivo al Covid19 ed è guarito. 

Anche in Piemonte verrà infatti raccolto il plasma di cittadini e cittadine che hanno contratto il coronavirus e che sono guarite. Questo perché hanno prodotto gli anticorpi del virus che verranno estratti e utilizzati in percorsi di cura. "Ho fatto il prelievo presso il centro prelievi dell'ospedale Molinette e se i risultati lo consentiranno sarò un donatore di plasma. Donare il plasma è importante e testimonia come la sanità piemontese sia all'avanguardia nella cura al coronavirus. Lo facciamo in un modo meno urlato, ma di sostanza", ha detto Cirio. 

La sperimentazione è stata già avviata nelle scorse settimane a Torino e Novara e adesso, grazie al Protocollo di ricerca sull'efficacia del plasma nella cura dei pazienti Covid-19 con insufficienza respiratoria, prende il via in tutto il territorio. 

In totale sono sedici i Centri che compongono la Banca Regionale del Plasma Covid-19 a cui sarà possibile rivolgersi per donare. Nella ricerca piemontese, a differenza di altre esperienze finora condotte anche in Italia, verrà paragonato l'uso di plasma dei guariti, cosiddetto plasma iperimmune, con l'uso di plasma di donatori che non hanno avuto contatto con il virus SARS-CoV-2 e con l'uso della terapia medica standard del Covid-19. L'efficacia del trattamento verrà valutata in termini di riduzione della mortalità, di durata della degenza in terapia intensiva e di durata del supporto respiratorio, oltre alle variazioni di numerosi parametri clinici. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento