Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Moglie e marito usurai, prestiti con tassi del 300% a pensionati e imprenditori in difficoltà

Alla coppia è stato sequestrato un patrimonio di 300.000 euro

 

Arrestati dalla Guardia di Finanza di Torino un uomo e una donna, marito e moglie, con l'accusa di usura. I due prestavano denaro e chiedevano interessi fino al 300% l'anno. Tra le loro vittime pensionati, piccoli imprenditori e familiari di soggetti in precarie condizioni economiche.

La coppia, residente a Caluso, operava anche a Chivasso, Borgaro Torinese, Mazzé, Val della Torre, Verolengo, Vinovo e Rondissone. L'indagine della Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ivrea, inizia nel 2017 quando i militari si insospettiscono per alcune operazioni dei due e si muovono nell'ambito della normativa antiriciclaggio.  

I finanzieri così riescono a individuare alcune vittime della coppia, tutte del Canavese. I due consegnavano il denaro che prestavano a domicilio, fuori da esercizi pubblici e anche nei pressi di caselli dell’autostrada Torino-Milano. 

I finanzieri a casa della coppia ha trovato migliaia di euro in contanti, assegni e cambiali, abilmente nascosti anche dietro un doppiofondo della cucina. Ai due è stato sequestrato l’intero patrimonio costituito da 5 immobili ubicati a Caluso e Carini (PA), conti correnti e di deposito, per un valore di oltre 300.000 euro.

La coppia agiva con l'aiuto di alcuni complici. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento