Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Cairo non ci sta e adesso vuole che la Juventus chieda scusa ai tifosi del Toro

 

Urbano Cairo pretende le scuse da parte della Juventus. Sono dunque destinate a non placarsi le polemiche sul caso degli striscioni sulla tragedia di Superga comparsi allo Juventus Stadium durante il derby del febbraio 2014 nate dall'inchiesta della trasmissione televisiva Report.

Il presidente del Torino, che nell'aprile scorso aveva detto addio insieme alla squadra a Sauro Tomà l'ultimo superstite del Grande Torino, non ci sta e vuole che la Juventus prenda una posizione netta e chiara. "C’è un sentimento comune a tutto il popolo granata che si sente offeso dall’ipotesi che ci possano essere state connivenze, anche ad alto livello, con quell’episodio orribile e disumano. Sono striscioni e frasi ignobili, non hanno nulla di sportivo e non possono entrare in nessun posto, non solo in uno stadio". Intanto i tifosi del Toro con una lettera alla società chiedono che il Torino dal prossimo derby in casa, che si disputerà il 15 dicembre, non ospiti più il presidente e l'addetto alla sicurezza della Juventus perché hanno direttamente contribuito ad infangare la memoria del Grande Torino.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento