Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una nuova residenza per anziani per riqualificare l'area verde: sarà aperta tra meno di due anni

Investimento da 33 milioni di euro

 

La riqualificazione di zona Bertolla a Torino passerà anche attraverso la realizzazione di un nuovo polo per l'assistenza della terza età. Posata oggi, giovedì 30 gennaio, la prima pietra. Presenti Thibault Sartini, CEO di Orpea azienda che realizzerà la struttura; Antonino Iaria, assessore all'Urbanistica del Comune di Torino; Carlotta Salerno, presidente della sesta circoscrizione. 

Si tratta di una struttura che occuperà una superficie di 27.000 metri quadrati e sorgerà in via Rubens Fattorelli: "Torino è una città dinamica da questo punto di vista e ha un fabbisogno importante per le persone anziane, era intorno ai 1.500 posti che mancavano sulla città. In tutto qua ci saranno 200 posti letto per RSA e 70 appartamenti sevizi, più la sede di Orpea Italia. L'apertura sarà intorno al settembre del 2021", racconta Thibault Sartini, CEO di Orpea. L'investimento economico da parte dell'azienda è di 33 milioni di euro. Il complesso si chiamerà "Il giardino degli aironi".

La struttura sarà accreditata con la Regione Piemonte e l'ASL Torino 2 e rientra nel Piano Convenzionato voluto dal Comune di Torino per la trasformazione e il recupero dell'area verde di Bertolla. "È una struttura all'interno di un quartiere verde con grandi potenzialità e con grande bisogno di servizi. Inoltre c'è il risvolto occupazionale che per noi è fondamentale. Avere un posto che porterà 120 posti di lavoro tutti della zona è una risorsa fondamentale", ha continuato Carlotta Salerno, presidente della sesta circoscrizione. 

"È chiaro che l'interesse di Orpea su Torino indica che la città è attrattiva per nuovi investitori. È importante anche capire che la città sta andando verso due strade: invecchiamento della popolazione e quindi necessità di servizi, ma anche l'aumento degli studenti", ha concluso Antonino Iaria, assessore all'Urbanistica del Comune di Torino. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento