Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Laboratorio della droga vicino ai giardini dello spaccio: la scoperta

 

Le due operazioni fanno parte di una strategia più ampia messa in atto dal Questore di Torino, Francesco Messina, volta a mettere in atto servizi di controlo di quei territori cittadini che subiscono il degrado e la criminalità diffusa, come corso Emilia e i giardini pubblici di Madre Teresa di Calcutta. 

È in questo contesto che si inseriscono le azioni che gli uomini del Commissariato di Polizia "Dora Vanchiglia" hanno effettuato il 18 e il 20 aprile durante le quali sono stati arrestati tre ragazzi di origine africana. Inoltre gli agenti hanno scoperto un laboratorio di taglio e confezionamento di droga.

Durante la prima operazione del 18 aprile la Polizia ha sequestrato alcune dosi di cocaina e oltre 20mila euro in contanti. Gli arrestati sono un 21enne del Gabon, che aveva pendente un ordine di carcerazione di un anno e due mesi di carcere, e un 21enne del Senegal, evaso dai domiciliari.

Due giorni dopo gli agenti del commissariato Dora Vanchiglia hanno arrestato uno dei principali pusher dei giardini Madre Teresa di Calcutta, nel quartiere Aurora. Si tratta di un nigeriano di 24 anni. Nel suo appartamento in via Carmagnola sono stati sequestrati 200 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento della droga. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento