Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In arrivo 50 migranti, l’assessore della Regione Piemonte contro il Governo: "La Spagna ha schierato l'esercito al confine"

"Il Piemonte ha già dato in questi anni e adesso dobbiamo pensare ai piemontesi che devono essere vaccinati e dobbiamo fare ripartire il territorio e occuparci anche di immigrazione diventa complicato", spiega Ricca che si è opposto all'invio dei migranti

Con l'inizio della bella stagione gli sbarchi di migranti sulle coste italiane sono destinati ad aumentare. Questo lo sa bene Fabrizio Ricca, assessore leghista della Regione Piemonte con delega all'Immigrazione, che ha appena ricevuto comunicazione da parte del Ministero dell'Interno dell'invio di una cinquantina di migranti in Piemonte ha tuonato. 

"Il Piemonte ha già dato in questi anni e adesso dobbiamo pensare ai piemontesi che devono essere vaccinati e dobbiamo fare ripartire il territorio e occuparci anche di immigrazione diventa complicato", spiega Ricca che si è opposto all'invio dei migranti.

Per Ricca dunque l'obiettivo è azzerare gli sbarchi: "La Spagna al confine con il Marocco ha schierato l'esercito, mi sembra strano che noi abbiamo una posizione diversa, anche l'Europa si faccia sentire. Chiediamo che vengano fermati gli arrivi, si era partiti bene con la negoziazione con la Libia , speriamo che questa possa ripartire . Gli sbarchi quando Salvini era ministro dell'interno erano quasi azzerati: dobbiamo ragionare quanto possiamo accogliere e perché dobbiamo accogliere solo noi quando la Spagna schiera l'esercito al confine", spiega l'assessore regionale.  

Di avviso diverso è la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese: "Lei viene dalla prefettura quindi ha una visone molto rigida dall'istitutzione. Io sono convinto che nell'interlocuzione della politica con una maggioranza così ampia e variegata come si è trovata una sintesi sulle riaperture si troverà anche sull'immigrazione".

Intanto però i migranti in Piemonte sono arrivati nonostante la ferma opposizione dell'assessorato: "Ci hanno segnalato che i 50 erano in arrivo, speriamo possa essere un unicum. Che possano essere gli unici, almeno chiedano alle Regioni cosa ne pensano, se ci sono regioni pronte ad accogliere che li accolgano pure, noi abbiamo altre priorità".  

Si parla di

Video popolari

In arrivo 50 migranti, l’assessore della Regione Piemonte contro il Governo: "La Spagna ha schierato l'esercito al confine"

TorinoToday è in caricamento