Tentata estorsione alla sindaca, Appendino in Procura: “Sono tranquilla”

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Ascoltata in Procura la sindaca Chiara Appendino dopo l'esplosione del caso sulla presunta estorsione ai suoi danni a carico dell'ex capo ufficio stampa del Comune. Tra le altre cose, la sindaca ha detto: "Il verbale è stato secretato per disposizione dell’autorità giudiziaria e quindi non posso riferirne nel merito. Era importante venire per spiegare dal mio punto di vista quanto accaduto".

Venerdì 1 febbraio i carabinieri avevano perquisito l'abitazione dell'ex capo ufficio stampa del Comune, Luca Pasquaretta, che è indagato dalla procura di Torino per estorsione ai danni della sindaca Chiara Appendino, traffico di influenza illecita e turbativa d’asta.

Secondo il pm Gianfranco Colace, che coordina l'inchiesta, nelle fasi delle sue dimissioni dall'incarico successive allo scoppio dello scandalo del Salone del libro, avrebbe cominciato a esercitare pressioni sulla sindaca per ottenere un nuovo incarico, minacciandola di rendere pubbliche alcune informazioni riservate. Le indagini sarebbero suffragate da numerose intercettazioni.

Potrebbe Interessarti

  • Coppia fa sesso davanti all'ospedale Oftalmico, in pieno centro città: video

  • Cuoco uccide il giardiniere a coltellate: gli istanti dopo l'omicidio

  • Risse, strattoni e urla in mezzo alla strada: i tossici mettono in subbuglio il lungo fiume

  • Donna si lancia dalla finestra mentre la polizia sgombera la palazzina: video

Torna su
TorinoToday è in caricamento