(nessun video da visualizzare)

Cori, lacrime e il saluto alla Maratona: l'addio di Emiliano Moretti al calcio commuove i tifosi del Toro

I video del saluto al difensore che si ritira dal calcio giocato

 

“Uomo vero, un condottiero, il popolo granata hai reso fiero! Grazie Emiliano!”: con questo striscione ieri i tifosi del Toro hanno sintetizzato in poche parole il sentimento del popolo granata per l'addio al calcio di Emiliano Moretti nella partita con la Lazio. Nato a Roma l'11 giugno del 1981, il difensore (con un passato alla Juve) era al Toro dal 2013, quando la sua carriera sembrava già sul viale del tramonto: e invece Moretti ha dato un contributo fondamentale al Toro di questi anni, come dimostrano anche le ultime due stagioni, in cui partiva come riserva - di Lyanco l'anno scorso, di Djidji quest'anno - e invece ha saputo conquistarsi un posto da titolare nella squadra di Mazzarri.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

E così ieri pomeriggio allo Stadio Olimpico è scattato spontaneo il tributo dei tifosi del Toro: oltre allo striscione, Moretti è stato celebrato con lunghi cori "Emiliano Moretti alè" e "Uno di noi", che i torinisti hanno intonato per lo più con la voce rotta dall'emozione nel salutare uno degli idoli della Maratona. Un commosso ultimo saluto nella giornata che purtroppo per il Toro è stata quella dell'addio ai sogni europei. Ma di fronte alla classe di Moretti, che ha fatto il giro di campo per godersi l'abbraccio dei tifosi e poi è stato sollevato in area dai compagni sotto la curva, l'amarezza si è tramutata in commozione.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

(video di Claudio Martnelli)

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento