Milan-Juventus 1-3: doppietta di Chiesa, gol di Calabria, McKennie

La sintesi della partita di San Siro

 

La partita Milan-Juventus, valida per la 16esima giornata di Serie A 2020-21, è terminata con il risultato di 1-3: gol di Chiesa al 18', pareggio di Calabria al 41', doppietta di Chiesa al 62', 1-3 di McKennie al 76'

Le due squadre, nonostante le assenze per Coronavirus (e degli infortunati rossoneri), si affrontano a viso aperto fin da subito. Prima Dybala, poi Leao scaldano l'atmosfera, ma la prima occasione è di Castillejo, aiutato da un pasticcio di Bentancur: Szczesny neutralizza il tiro dello spagnolo. 

Al quarto d'ora Chiesa colpisce un palo clamoroso con una botta di destro, ma il gol è rimandato di soli tre minuti: l'esterno bianconero si accentra, scarica il pallone a Dybala che gliela restituisce di tacco mettendolo in condizione di tirare e battere Donnarumma, bissando il gol di domenica con l'Udinese.

Al 18' Chiesa prova l'assist per Ronaldo, mentre la difesa della Juve continua a regalare palloni al Milan, che però trova sempre Szczesny attento. Ma sul finire di tempo arriva il pareggio: Calhanoglu spinge chiaramente Rabiot, ma l'arbitro Irrati giudica regolare, Leao avvia il contropiede e serve Calabria in mezzo all'area, e lui di piattone infila all'incrocio dei pali. Il Var non può intervenire sulla valutazione dell'arbitro e la rete viene convalidata.

A inizio ripresa i bianconeri appaiono ancora frastornati dal gol subito, ma al 62' ci pensa ancora Federico Chiesa, che sfrutta un altro assist di Dybala per accentrarsi e colpire con il sinistro trovando l'angolo lontano: è l'1-2.

La Juve a questo punto prende coraggio, fin troppo Bentancur che rischia seriamente l'espulsione per doppio giallo con un intervento in ritardo su Castillejo. Poco dopo Donnarumma fa un miracolo su un tiro ravvicinato di McKennie, ma di nuovo è solo un gol rimandato.  

Al 76' infatti arriva il gol dell'1-3: Kulusevski da destra si porta in area resistendo alla carica di un difensore, la mette in mezzo dove trova McKennie che di destro stavolta batte il portiere rossonero. 

Negli ultimi minuti il Milan occupa stabilmente la metà campo dei bianconeri, che si schiacciano all'indietro in difesa del risultato. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento