Domenica, 24 Ottobre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coppa Italia, Juventus-Spal 4-0: rigore di Morata, gol di Frabotta, Kulusevski e Chiesa. In semifinale c'è l'Inter

Gli highlights della partita valida per i quarti di finale di TIM Cup

Juventus-SPAL, partita valida per i quarti di finale a turno secco di Coppa Italia 2020-21, è terminata con il risultato di 4-0: gol su rigore di Morata al 16', raddoppio di Frabotta al 33', 3-0 di Kulusevski al 78', 4-0 di Chiesa al 94'.

Alle semifinali si qualifica quindi la Juve, che affronterà l'Inter: la gara di andata si giocherà la prossima settimana, tra due il ritorno, per entrambe le partite deve ancora essere stabilita la data. 

La Juve scende in campo con una formazione ricca di riserve e Under 23, ma la superiorità è netta fin dall'inizio del primo tempo, nonostante il buon atteggiamento dei ferraresi guidati da Pasquale Marino. Dopo un paio di tentativi verso la porta di Berisha con tiri di Frabotta (a lato) e Morata (respinto), al 13' Rabiopt prova la sortita personale portando palla fino in area, dove cade dopo un contatto con Vicari. 

Pezzuto prima ammonisce il francese per simulazione, poi viene richiamato dal VAR e dopo aver rivisto le immagini concede il rigore (e annulla l'ammonizione). Dal dischetto va Morata che spiazza Berisha e segna il gol dell'1-0.

I bianconeri vanno vicini al raddoppio con Kulusevski e Ramsey, ma il 2-0 arriva solo al 33': su un pallone recuperato in attacco da Morata scappa Kulusevski, che in area si volta e passa rasoterra in mezzo, Fagioli lascia sfilare e Frabotta fa partire un sinistro che, anche con una lieve deviazione di Esposito, finisce in rete: è il primo gol in prima squadra bianconera per Frabotta. 

La Spal tenta la reazione sfruttando un paio di palle perse dalla difesa juventina, ma Buffon non deve compiere grosse parate e il primo tempo finisce così. Nella ripresa, con l'uscita di Bernardeschi per un problema dopo un contatto con Ranieri e l'ingresso di Di Pardo, la Juve rallenta il ritmo e prova a gestire, mentre la Spal cresce e crea qualche grattacapo alla retroguardia diretta da Buffon (in cui rientra dopo il covid anche Alex Sandro), con azioni offensive che nascono da errori in disimpegno della Juve ma che non sfociano in tiri nello specchio. 

La Juve rivede lo spettro della partita col Genoa, con la rimonta subita dopo il doppio vantaggio e la vittoria arrivata solo ai supplementari. Al 78' Fagioli prova a inventare un pallone morbido per Ramsey, che conferma la serata negativa e si fa anticipare. Pochi secondi dopo però Tomovic si fa rubare ingenuamente rubare palla da Chiesa, che appoggia per Kulusevski e lo svedese da due passi di destro buca Berisha: è il 3-0 che chiude di fatto i giochi. 

Nel finale Chiesa prima si fa ammonire inutilmente (e forse severamente), poi sfiora il 4-0 con un destro a giro che va di poco fuori. Pirlo dà spazio anche al palermitano Cosimo Marco Da Graca, la partita scivola verso la fine e, con il 4-0 di Chiesa che al 94' ruba la palla proprio a Da Graca e scarta Berisha accompagnando in rete, la Juve conquista senza grandi difficoltà l'accesso alla semifinale contro la squadra di Conte, che sarà priva degli squalificati Lukaku e Hakimi. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Coppa Italia, Juventus-Spal 4-0: rigore di Morata, gol di Frabotta, Kulusevski e Chiesa. In semifinale c'è l'Inter

TorinoToday è in caricamento