Video gol e sintesi Juventus-Sampdoria 2-0: Ronaldo e Bernardeschi firmano lo scudetto

Gli highlights della vittoria che vale il tricolore

 

La partita Juventus-Sampdoria è terminata con il risultato di 2-0: gol di Cristiano Ronaldo al 52' del primo tempo, raddoppio di Bernardeschi al 67'. Con questa vittoria la Juve ha ottenuto la certezza matematica di aver vinto il nono scudetto consecutivo, il primo con Sarri in panchina e il rpimo giocato a porte chiuse, al termine di un campionato durato quasi un anno.

Nelle prime battute la Juve sembra decisa a pressare a tutto campo, ma è una breve illusione, perché col passare dei minuti i bianconeri si fanno più rinunciatari, mentre la Samp per poco non approfitta degli ormai soliti svarioni difensivi.

A peggiorare le cose ci si mettono due infortuni: prima Danilo, che esce dopo una tremenda testata sulla tempia ricevuta da Ramires, fa spazio a Bernardeschi, poi Dybala, che accusa un problema agli adduttori, viene sostituito da Higuain.

Il solo Ronaldo sembra credere alla vittoria, e il gol che porta in vantaggio la Juve non poteva che essere suo: è il 52', allo scadere del recupero Pjanic su punizione finge il tiro in porta e appoggia per Cristiano che di prima sorprende tutti e buca Audero centrando il 31esimo gol in camionato.

A inizio ripresa i bianconeri, anziché rinfrancati dal vantaggio, sembrano intimoriti. La Samp schiaccia la Juve nella propria metà campo e solo un paio di parate di Szczesny e altrettante conclusioni di pochissimo a lato salvano la porta bianconera.

Pian piano la squadra di Sarri riprende coraggio, e al 67' arriva un po' a sorpresa il gol del 2-0: Cristiano conclude un'azione di contropiede con un tiro che Audero non trattoiene, Bernardeschi si avventa sul pallone e torna a segnare dopo nove mesi dall'ultima volta, in Champions League contro il Bayer Leverkusen

Ma come successo prima, il gol blocca i bianconeri, mentre i blucerchiati riprendono a creare occasioni da gol che sfumano di pochissimo. Poco dopo la mezz'ora la squadra di Ranieri resta anche in dieci per l'espulsione da doppia ammonizione di Thorsby, ma gli ospiti continuano ad attaccare e la Juve non va oltre un contropiede CR7-Higuain sprecato dal Pipa. 

E ancora una volta, arriva inaspettato un colpo di fortuna per la Juve, che all'88' guadagna un rigore per fallo di Depaoli, ma questa volta Cristiano Ronaldo sbaglia dagli undici metri colpendo la traversa con un missile che rimbalza quasi all'altezza della trequarti. 

Nel finale la Juve va ancora vicina al gol con Bonucci, il cui tentativo a rete da terra è sventato sulla linea da Yoshida, ma ormai non conta più molto. Perché finalmente la Juve centra la vittoria che vale il nono scudetto consecutivo, forse il più sofferto, sicuramente unico per la lunga pausa legata al coronavirus e per l'impossibilità di festeggiarlo in mezzo ai propri tifosi. 

Adesso la Juve può concentrare le proprie energie mentali e fisiche sulla Champions League, ma Sarri può finalmente godersi il suo primo scudetto e il suo primo trofeo in assoluto in Italia dopo l'Europa League dell'anno scorso vinta con il Chelsea. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento