Juventus-Ferencvaros 2-1: gol di Uzuni, Ronaldo la raddrizza, Morata fa esultare i bianconeri al 92'

Gli highlights del match di Champions League

 

Juventus-Ferencvaros, match valido per la quarta giornata del Gruppo G di Champions League, è terminata con il risultato di 2-1: gol Uzuni al 18', pareggio di Cristiano Ronaldo al 35', vantaggio bianconero di Morata al 92'. 

L'altra partita del girone G Dinamo Kiev-Barcellona è finita 0-3, per una classifica che vede ora il Barcellona a 12 punti, la Juventus 9, Ferencvaros e Dinamo Kiev 1.

Fin dai primi minuti del primo tempo gli ungheresi dimostrano di essere molto più concentrati e determinati di tre settimane fa: con una squadra compatta e una difesa a 5 che si alza spesso e volentieri, la Juve fatica a trovare gli spazi per rendersi pericoloso., mentre in difesa ci si espone troppo alle ripartenze.

E infatti al 19' il pasticcio collettivo che vale lo 0-1: Danilo scivola, Nguen si invola e crossa, Alex Sandro devia favorendo Uzuni che anticipa Cuadrado e tira centrale ma coglie impreparato Szczesny e la palla va in rete.

La reazione non è granché a parte un tiraccio di Arthur, ma poi al 35' ci pensa il solito Cristiano che si aggiusta la palla dal limite e di sinistro infila il pallone sul primo palo e segna l'1-1.

Nel secondo tempo la Juve soffre un po' di meno e attacca un po' di più, ma continua a sbattere contro la difesa ungherese, in particolare contro un Frimpong assolutamente strepitoso nelle chiusure.

E quando non sbatte contro la difesa, lo fa contro i pali: prima con Bernardeschi, il cui sinistro è deviato da Dibusz quel tanto che basta a mandarla sul legno, poi dal subentrato Morata, il più ispirato dei suoi nella ripresa.

Ed è proprio lo spagnolo, al secondo minuto di recupero, a segnare il gol del 2-1, con un colpo di testa su cross di Cuadrado che sbatte contro un fin lì impeccabile Dibusz e termina in rete.

La Juve vince per il rotto della cuffia e ottiene la qualificazione agli ottavi, ora dovrà giocarsi col Barcellona il primo posto. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento