Video gol e sintesi Juventus-Atalanta 2-2: Zapata, rig. Ronaldo, Malinovskiy, rig. Ronaldo

Gli highlights

 

La partita Juventus-Atalanta, valida per la 32esima giornata di Serie A 2019-20, è terminata con il risultato di 2-2: gol di Zapata al 16', temporaneo pareggio su rigore di Ronaldo 55', nuovo vantaggio bergamasco con Malinovskiy all'81', pareggio ancora su rigore di Ronaldo al 90'.

Fin dai primi minuti della partita c'è una sola squadra in campo ed è l'Atalanta, che impartisce una lezione di calcio alla Juve. Il vantaggio arriva al 16' grazie a una palla rubata da Freuler a Dybala, Zapata duetta con Gomez e si fa trovare pronto per infilare Szczesny.

Il gol subito non rianima particolarmente i bianconeri, che sembrano ancora fermi a San Siro e combinano poco a parte un'occasione da gol fallita da Ronaldo in fuorigioco, e l'unico vivace sembra Dybala mentre Cuadrado si fa ammonire e salterà il Sassuolo.

Nel secondo tempo la Juve torna in campo più aggressiva, e al 54' trova un calcio di rigore per un tocco di braccio di de Roon che ricorda i rigori assegnati contro la Juve a Milan e Toro. Dal dischetto va Ronaldo che segna il 27esimo gol in campionato, arrivando a meno due da Immobile.

L'Atalanta però riprende a fare il suo gioco, facendo correre più di un brivido, soprattutto con il neo entrato Malinovskiy, mentre dall'altra parte solo Ronaldo prova a impensierire Gollini con una magia delle sue. 

All'81' arriva però il gol del nuovo vantaggio atalantino, con Malinovskiy che conclude con un perfetto destro all'angolino dopo un assist di Muriel.

La Juve sembra spacciata, ma al 90' Giacomelli assegna di nuovo un rigore per un tocco di mano, questa volta di Muriel. Ancora Ronaldo, ancora gol e ancora pareggio della Juve. Il 28 esimo gol di CR7 vale il +8 sulla Lazio sconfitta in casa dal Sassuolo prossima avversaria, ma soprattutto tiene a distanza la sempre più temibile Atalanta che con una vittoria allo Stadium avrebbe messo in seria discussione la corsa allo scudetto della squadra di Sarri. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento