Video gol e sintesi partita Bologna Juventus 0-2: rigore di Ronaldo, raddoppia Dybala

Gli highlights

 

La partita Bologna-Juventus, valida per la 27ª giornata di Serie A, è finita con il risultato di 0-2: gol di Ronaldo al 23' su rigore, raddoppio di Dybala al 36'.

I bianconeri partono subito con tutt'altro ritmo rispetto alla finale di Coppa Italia, trovando la risposta di un Bologna che non si chiude e prova a giocare. Per i bianconeri i rischi maggiori arrivano da giocate con i piedi di Szczesny, che fa correre più di un brivido pur di non buttare via il pallone. 

In avanti anche Cristiano sembra deciso a riscattarsi e al 6' impegna già Skorupski con un tiro potente ma non angolatissimo. Ma per sbloccare la Juve ancora a secco di gol nella ripartenza ci vuole un altro rigore: de Ligt viene strattonato da Denswil, Rocchi lascia correre e anzi fischia un incomprensibile fallo a Rabiot travolto da due avversari, ma il VAR richiama l'arbitro che assegna la massima punizione. Dal dischetto va proprio Ronaldo, che stavolta tira centrale e non sbaglia, evitando di stare a secco per cinque partite di fila, come era successo l'ultima volta nel 2009 ai tempi del Manchester United. 

La Juve cerca il raddoppio, e arriva al 36': stupendo assist di tacco di Bernardeschi per Dybala che trova lo spazio per mandare col mancino la palla all'incrocio dei pali.

Nel secondo tempo la Juve cerca il gol della sicurezza fin dalle prime battute, ma prima Ronaldo tira fuori da posizione defilata e poi Bernardeschi colpisce il palo.

Il gol del 3-0 invece non arriva mai, e anzi arriva una pessima notizia per Sarri e per la Juve: al 65' De Sciglio accusa uno stiramento e al suo posto entra Danilo. Il brasiliano però si fa prima ammonire all'85' per un fallo che forse meritava l'espulsione, ma poco dopo si prende un altro giallo inutile e l'inevitabile rosso.

Risultato: la Juve nella prossima partita contro il Lecce avrà un unico terzino a disposizione, l'adattato Cuadrado. Un ritorno al gol e alla vittoria amaro per i bianconeri. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento