Venerdì, 6 Agosto 2021
Sport

Torino, Cairo contestato nel giorno della memoria di Superga

Il presidente dei granata è stato duramente contestato dagli ultras nel giorno del ricordo della tragedia che colpì il Grande Torino. Cairo: "I contestatori sono un piccolo gruppo"

Ieri, nel giorno della memoria della tragedia di Superga (62 anni dopo), il presidente del Torino Urbano Cairo è stato vittima di insulti da parte della frangia più estremista della tifoseria granata. Si è sfiorata la rissa e solo l’intervento delle Forze dell’Ordine è riuscito a calmare le acque. Aggressione già annunciata sabato all'Olimpico, ma comunque poco rispettosa soprattutto per la memoria del Grande Torino. I tifosi granata, nell’ultima di campionato avevano affisso uno striscione con su scritto: "Cairo il 4 maggio stai a casa".

Il Presidente ha così commentato il fatto: "La chiesa, durante la cerimonia del ricordo, ha dimostrato di essere al 98% dalla parte giusta. La stragrande maggioranza della gente non era d'accordo con i contestatori e lo ha manifestato in una maniera pulita e sana. Sono venuto a Superga perché era giusto esserci, era giusto che partecipassi e rappresentassi la gente del Toro. I contestatori sono solo una minoranza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, Cairo contestato nel giorno della memoria di Superga

TorinoToday è in caricamento