Sport Santa Rita / Via Filadelfia, 96/b

Toro, presentati 4 nuovi acquisti. Petrachi: “I voti li darà il campo”

Conferenza stampa della società granata per presentare Castan, De Silvestri, Rossettini e Valdifiori. Il ds: "Il campo dirà se abbiamo operato bene"

Foto di Stefano Guidi

La pausa Nazionale è finita, con il suo strascico di infortuni (Belotti e Martinez su tutti), e oggi il Toro ha presentato 4 nuovi acquisti dell’ultimo calciomercato: Castan, De Silvestri, Rossettini e Valdifiori.

Per la società di Cairo, in conferenza stampa è stato il direttore sportivo Gianluca Petrachi a presentare i quattro nuovi giocatori a disposizione di Mihajlovic. A iniziare da De Silvestri, su cui Petrachi ha spiegato: “È stato il primo nome che Mihajlovic mi ha chiesto. Lui era deciso a venire qui, nonostante fosse il capitano della Samp: aveva voglia di cambiare aria e di ritornare da Mihajlovic. Quando abbiamo capito che Peres voleva andare via a tutti i costi, abbiamo accelerato, cercando di coordinare le due cose: la cessione del brasiliano e l’acquisto di De Silvestri”.

Se l’esterno ex Samp è stato il primo obiettivo, dell’ex genoano Rossettini il ds granata ha detto: “È un giocatore che abbiamo scelto di prendere a mercato in corso: le rinunce a Glik e Maksimovic ci hanno costretti a intervenire sul reparto difensivo. Rossettini lo volevamo prendere già qualche anno fa, quando andò al Cagliari, ma non si trovò l’accordo”. Il classe ’85, ha detto Petrachi, è stato scelto “perché essendo italiano ed esperto poteva subito darci rendimento subito, senza bisogno di adattamento”.

Ben diverse le parole sull’altro difensore presentato oggi, l’ex romanista Leandro Castan: “È un giocatore che seguo da tantissimo tempo, sin da quando giocava in Brasile. Ricordo che quando ero ds del Pisa lo volevo, e se fossimo riusciti a centrare la promozione avrei puntato forte su di lui: gli ho raccontato questo aneddoto” E poi: “Con la Roma c’è un accordo per poterlo riscattare a fine anno se le cose andassero bene. C’è la volontà e la speranza di prolungare il rapporto: la mia speranza è di rivedere qui il Castan che conoscevano tutti”, ovvero quello precedente al cavernoma che lo ha costretto a un intervento di neurochirurgia nel 2014.

Infine Valdifiori, il playmaker arrivato nell’ambito dell’operazione Maksimovic al Napoli: “Quella di Valdifiori è stata la trattativa più lunga, una telenovela” ha rivelato Petrachi “Lo volevamo già l’anno scorso con Ventura, per svariate situazioni non siamo riuscito a prenderlo, ora ce l’abbiamo fatta e spero sia l’inizio di una lunga permanenza, perché di un giocatore come lui ne avevamo davvero bisogno”.

A margine della conferenza, Petrachi ha quindi tracciato il bilancio del calciomercato del Torino: “Non mi piace darmi dei voti. Le campagne acquisti lasciano il tempo che trovano, è poi il campo a parlare. Sicuramente abbiamo prodotto importanti plusvalenze”. E su quest’ultimo punto, i numeri non mentono: da quando Cairo è presidente del Toro, le plusvalenze hanno superato i 140 milioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toro, presentati 4 nuovi acquisti. Petrachi: “I voti li darà il campo”

TorinoToday è in caricamento