Sport

La curva sud libera dai cattivi, tornano le famiglie. Multati per le maglie pro-ultras

E uno tenta di rubare il pallone

immagine di repertorio

Via i cattivi, all'Allianz Stadium tornano le famiglie. Non è ancora forse uno scenario definitivo, ma nel pomeriggio di ieri, sabato 21 settembre 2019, nel corso di Juventus-Verona, si è vista un'aria finalmente diversa con gli ultras che hanno perso il loro strapotere anche in curva sud.

Dopo l'inchiesta che ha portato a una dozzina di misure cautelari nei confronti dei capi delle frange estreme del tifo bianconero, non è stata riscontrata alcuna criticità per l’ordine pubblico.

I servizi di prevenzione hanno consentito al personale della Digos di Torino di identificare oltre 50 supporters della Juventus con maglie e felpe recanti loghi dei gruppi ultras coinvolti nell’indagine: nei loro confronti verranno elevate le sanzioni amministrative previste per la
violazione del regolamento d’uso dell’Allianz Stadium.

Questore: "Soddisfatto, una bella pagina di sport"

Il questore di Torino, Giuseppe De Matteis, dichiara: "La partita Juventus-Verona si è svolta senza criticità per l’ordine pubblico e per questo esprimo la mia soddisfazione. La curva sud dell’Allianz Stadium ha visto una grande partecipazione di famiglie e bambini e questo rappresenta, a mio avviso, una conquista per i tifosi e una bella pagina di sport”

Prova a rubare il pallone: denunciato

Anche senza ultras, in curva sud si è verificato un episodio quantomeno curioso: un tifoso juventino ha cercato di portarsi a casa un pallone finito sugli spalti. È stato identificato e denunciato, poi il pallone è stato riconsegnato alla Juventus.

Infine, tre tifosi dell’Hellas Verona sono stati denunciati per aver danneggiato alcuni ciclomotori parcheggiati all’altezza della curva nord.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La curva sud libera dai cattivi, tornano le famiglie. Multati per le maglie pro-ultras

TorinoToday è in caricamento