Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Dalla racchetta di Nadal alla Turin Marathon, tutti gli sport del chierese Luca Vergnano

Che cosa unisce il tennista spagnolo alla maratona della nostra città? La storia di un chierese che ha fatto dello sport una ragione di vita

Che  cosa hanno in comune il ciclismo, la racchetta di Rafa Nadal, lo snowboard e la maratona di Torino? Apparentemente poco o nulla. Invece per comprendere come elementi di sport diversi abbiano un denominatore comune bisogna rivolgere lo sguardo a Chieri. È infatti qui che 48 anni fa è nato Luca Vergnano, atleta e uomo dal multiforme ingegno sportivo che il 2 ottobre darà il via alla 30ª edizione della Turin Marathon.

Lo sport era nel destino di Luca prima ancora della sua nascita: suo padre Oreste è stato un ciclista di spicco, un campione delle due ruote negli anni ’50, tesserato per il Pedale Chierese, di cui è stato presidente per lungo tempo. Naturale quindi che fin da piccolo Luca abbia iniziato a macinare chilometri, raggiungendo anche discreti risultati a livello regionale.

Il suo amore genetico per lo sport è quindi diventato un lavoro, con l’apertura di un negozio in centro a Chieri specializzato nel tennis e nello sci. Nel suo negozio, Vergnano si è dedicato in particolare all’attività di incordatore di racchette, acquisendo esperienza e capacità tali da lavorare a livello internazionale per l’ATP: ed è così che ha dato forma con le sue mani alle racchette di fenomeni mondiali come Rafa Nadal. E se il tennis è uno sport con una lunga tradizione, anche in Piemonte, non si può certo dire lo stesso per un altro sport che all’inizio degli anni ’90 Luca è riuscito a portare alla ribalta nella ex capitale del tessile torinese, lo snowboard.

È invece nel 2004 che Vergnano entra in contatto con il podismo: in quell’anno ha corso la sua prima maratona a Torino, concludendola con un notevolissimo 3h18’. Poi un giorno, nel 2013, è arrivata la telefonata di Luigi Chiabrera, presidente della Turin Marathon, che lo chiamò per chiedergli di diventare il responsabile commerciale della maratona.

Luca accettò la proposta, e da allora ha eletto la cascina Marchesa della Pellerina quale ufficio e laboratorio di un nuovo progetto. Insieme a Simone Oneglio, diventato il presidente, e Alessandra Viano, nel 2016 da ex dipendenti hanno infatti fondato il Team Marathon, la società ufficiale che organizza la maratona e una serie di eventi. I tre amici e colleghi si sono divisi equamente i compiti e il chierese Luca, per affinità elettive, si occupa della parte sportiva, che va dai percorsi alla ricerca di sponsor, ai contatti con gli atleti.

E il 2 ottobre, per festeggiare il trentennale della maratona piemontese più longeva, Luca Vergnano sarà sull’auto apripista della corsa di 42 chilometri e 195 metri tra le vie della nostra città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla racchetta di Nadal alla Turin Marathon, tutti gli sport del chierese Luca Vergnano

TorinoToday è in caricamento