Sport

Stefano Tacconi sta sempre meglio: "Potremmo trasferirlo in una struttura tra un paio di settimane"

Secondo il primario, che ne ha disposto lo spostamento in reparto, "ha acquisito autonomia respiratoria e un buono stato di vigilanza"

Stefano Tacconi, 65enne ex portiere della Juventus e della nazionale ricoverato all'ospedale di Alessandria dopo un'emorragia cerebrale provocata dallo scoppio di un aneurisma lo scorso 23 aprile 2022, sta meglio e potrebbe essere dimesso nell'arco di un paio di settimane. Lo ha detto oggi, sabato 21 maggio, Andrea Barbanera, direttore della struttura di neurochirurgia del presidio sanitario, che sta trattando il paziente: “Tacconi - ha aggiunto - è stato trasferito dalla terapia intensiva al reparto di neurochirurgia. Ha acquisito l’autonomia respiratoria e un buono stato di vigilanza. Questo ci permette di essere più ottimisti: sarà necessario gestire alcune problematiche nel reparto, ma possiamo ipotizzare il trasferimento presso una struttura di riabilitazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefano Tacconi sta sempre meglio: "Potremmo trasferirlo in una struttura tra un paio di settimane"
TorinoToday è in caricamento