rotate-mobile
Sport

Moggi: “Sono stati invitati gli artefici della retrocessione nel 2006 non chi ha fatto vincere gli ultimi trofei”

L'ex direttore generale della Juventus, non invitato per l'inaugurazione del nuovo Juventus Stadium,lancia frecciate verso tutti salvando solo Andrea Agnelli che "non ha colpa alcune in questa storia"

Luciano Moggi non le manda a dire e ai microfoni di Radio Manà Manà Sport, durante la trasmissione ‘Stile Juventus’ commenta così la festa dell’inaugurazione del nuovo Juventus Stadium: “Abbiamo creato il disegno dello stadio e fatto girare i nostri architetti in giro per il mondo per carpire le cose più belle dagli altri stadi. Non ho nulla da dire a nessuno, mi godo lo spettacolo. E’ una bella manifestazione, ma sono stati invitati i responsabili della retrocessione nel 2006, quelli che non hanno permesso la revoca dello Scudetto all’Inter e chi non l’ha difesa ma non sono stati invitati gli artefici delle ultime vittorie bianconere. Se questa è una bella manifestazione, godiamocela. Andrea Agnelli non ha colpa alcune in questa storia, ha difeso le immagini del papà e della Juventus. Sono contento per la festa. Mi spiace perché mentre lo scudetto numero 29 spiccava il volo verso il cielo, non c’erano gli artefici degli scudetti. Aspettavo l’invito, non ho detto a nessuno che non ero stato invito. Se l’avessero saputo Gianni Agnelli, l’avvocato Chiusano o Umberto Agnelli si sarebbero rivoltati nella tomba. Voglio comunque ringraziare pubblicamente tutti i giocatori che sono stati sotto la mia gestione”. Che bordate per la dirigenza bianconera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moggi: “Sono stati invitati gli artefici della retrocessione nel 2006 non chi ha fatto vincere gli ultimi trofei”

TorinoToday è in caricamento