rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Sport Vallette / Corso Gaetano Scirea, 50

Sintesi e pagelle Juventus-Sporting CP 2-1: rimonta bianconera, Mandzukic scaccia i fantasmi

Dopo l'autogol di Alex Sandro, Pjanic e Mr NoGood firmano la rimonta bianconera

La Juventus batte 2-1 lo Sporting Club de Portugal (ex Sporting Lisbona) nella terza giornata del Girone D di Champions League 2017-18. Dopo l'autorete iniziale di Alex Sandro, la Juve è riuscita a ribaltare il risultato con un gol di Pjanic su punizione nel primo tempo e un colpo di testa di Mandzukic all'84'.

Il risultato dell'altra partita del girone dei bianconeri è stato Barcellona-Olympiacos 3-1, per una classifica che ora vede il Barcellona a 9 punti, la Juve a 6, lo Sporting a 3 e l'Olympiacos a 0.

Sintesi primo tempo

A inizio partita i bianconeri sembrano ancora contratti e imprecisi. Alex Sandro prima regala un pallone al 3', poi al 12' segue Bruno Fernandes a tu per tu con Buffon e sulla respinta segna un goffo autogol, quasi a suggellare il periodo difficile della Juve.

Ma il gol subito, insieme al tifo dagli spalti, scuote la squadra di Allegri, che incomincia prima timidamente e poi con maggiore convinzione a imporre il suo gioco, con cambi di fronte in attacco per bucare la difesa lusitana.

Al 28' su una palla al limite dell'area l'italo argentino Battaglia colpisce Pjanic con il braccio sul volto. Lo stesso Pjanic va a battere la punizione dalla sua mattonella, e segna il gol del pareggio lasciando di sasso Rui Patricio.

La Juve continua a pressare gli avversari, ma senza impenserierli più di tanto fino al 43', quando Rui Patricio para con l'aiuto del palo un destro di Higuain.

Highlights secondo tempo

Nella ripresa la Juve domina fin da subito, ma negli ultimi venti metri fatica a trovare gli spazi e i passaggi giusti. In difesa Buffon rischia più che altro su un retropassaggio avventato di Sturaro, ma in attacco trova solo molti calci d'angolo, sempre infruttuosi.

Allegri prova allora la carta Douglas Costa, con Cuadrado terzino e Sturaro fuori: neanche il tempo di entrare che il brasiliano da sinistra trova il cross per la testa di Mandzukic che in torsione insacca il gol del 2-1 che fa esplodere lo Stadium.

Nel recupero un brivido per Buffon quando Doumbia – recuperato all'ultimo ed entrato da pochi minuti – viene lasciato libero da Cuadrado su traversone da destra ma non trova la porta da un passo, invertendo così la sfortuna di una partita iniziata male e finita bene.

Tabellino completo, voti e pagelle

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sintesi e pagelle Juventus-Sporting CP 2-1: rimonta bianconera, Mandzukic scaccia i fantasmi

TorinoToday è in caricamento