Sintesi e pagelle Chievo-Juventus 0-2: bianconeri a fatica, vittoria in 11 contro 9

I veronesi resistono per un'ora, poi cedono dopo due espulsioni

La Juventus vince 0-2 a Verona contro il Chievo nella 22ª giornata, terza di ritorno del campionato di Serie A TIM 2017-18. I gol di Khedira e Higuain arrivano entrambi nella ripresa, dopo che il Chievo era rimasto in 9 per due espulsioni.

In classifica la Juve ha ora 56 punti, prossimo turno Juventus-Sassuolo domenica 4 febbraio alle ore 15, ma prima c'è la semifinale di Coppa Italia a Bergamo contro l'Atalanta di martedì 30 gennaio.

Sintesi primo tempo

Come prevedibile, il 3-5-2 teorico di Maran è in pratica un 5-3-1-1 che chiude bene gli spazi in difesa alla Juve. I bianconeri, ancora appesantiti fisicamente, faticano a trovare trame di gioco valide, e il solo Pjanic prova a spezzare gli equilibri con i suoi inserimenti, mentre Higuain va un paio di volte al tiro ma non riesce a impensierire più di tanto Sorrentino. Il portiere clivense, di un anno più giovane di Buffon, è attento sulle conclusioni da fuori di Khedira e Pjanic, mentre in difesa è Benatia il vero perno capace di sbrogliare la matassa quando Asamoah e Barzagli vanno in difficoltà.

Al 36' un brutto fallo di Bastien su Asamoah costa il giallo al francese, che un minuto dopo trattiene platealmente lo stesso ghanese a un metro da Maresca, meritandosi il secondo giallo e un'espulsione sacrosanta, nonostante le proteste di Maran e dei tifosi del Chievo.

Highlights secondo tempo

Le difficoltà atletiche e tattiche della Juve proseguono nella ripresa nonostante l'uomo in più, mentre Sorrentino si oppone ancora a Mandzukic e Szczesny si sporca finalmente i guantoni parando un colpo di testa di Cacciatore dopo un bel contropiede gialloblù. Qui l'episodio chiave della seconda espulsione: Cacciatore cade dopo un contrasto con Asamoah a colpo di testa già effettuato, poi resta a terra e l'azione prosegue finché un compagno la butta in calcio d'angolo per la Juve. A quel punto l'arbitro Maresca fa entrare i medici, ma Cacciatore si rialza e resta in campo; l'arbitro però lo invita a uscire come da regolamento, facendo arrabbiare l'esterno clivense, che prima protesta e poi esce dal campo mimando con le mani il gesto delle manette. Un gesto stile Mourinho che fa scattare immediata l'espulsione, che lascia così il Chievo in 9 contro 11 (guarda il video del gesto di Cacciatore qui sotto).

A questo punto la Juve attacca a tutta forza contro un Chievo che difende a otto. Dopo 7' di possesso palla quasi ininterrotto, arriva il gol di Khedira che sblocca il risultato: l'assist da destra è di Bernardeschi, con il tedesco che arriva da dietro e scaglia in rete di rabbia. 

Al 78' la Juve rischia clamorosamente di subire il gol del pareggio, quando Szczesny esce perfettamente in anticipo su Radovanovic dopo un lancio geniale di Birsa in ripartenza. È l'unico lampo dei padroni di casa, in inferiorità persino nel tifo sugli spalti, ma anche tenendo la palla fino alla fine il gol della sicurezza arriva solo all'87, quando Higuain di testa interrompe il digiuno che durava da Napoli e fissa il risultato finale sullo 0-2. 

Tabellino completo, voti e pagelle di Chievo Verona-Juventus 0-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

Torna su
TorinoToday è in caricamento