menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Roma-Juventus 2-1: troppo tardi il primo gol bianconero di Dybala

Garcia ha la meglio su Allegri grazie a un centrocampo super e alla fisicità di Dzeko: campioni d'italia ancora a quota zero dopo due turni di campionato, urgono rinforzi.

La Roma si aggiudica il big match contro la Juventus (2-1). Giallorossi autori di una brillante prestazione capitalizzata con le reti nella ripresa di Pjanic e Dzeko. Bianconeri opachi: espulso Evra, non basta Dybala a risollevare le sorti del match per i bianconeri, deludenti per gran parte dell'incontro.


Primo tempo

Quarantacinque minuti davvero brutti dei campiioni d'Italia in carica. Certo, la gara è stata condizionata dal gran caldo - 35 gradi all'ombra - ma non si spiega solo così la tattica smaccatamente rinunciataria degli uomini di Allegri. Due sole le palle gol per la Roma: tutte al minuto 24 quando prima Dzeko non ci arriva di un nulla su un invitante cross basso da sinistra di Iago Falque. Poco dopo palo clamoroso di Pjanic con Buffon battutissimo. La Juve assiste impotente, Pogba vaga come un'ombra, non c'è parvenza di gioco mentre i giallorossi sono scatenati.  Si va al riposo convinti che Allegri debba cambiare qualcosa.

Secondo tempo

La Juve non sembra crederci. Solo un lampo di Pogba che sottrae da maestro un pallone a Salah, scatto in progressione: ma giunto al limite dell'area non riesce a servire Mandzukic.  La Roma ingrana le marce alte e al 16° passa meritatamente in vantaggio con una punizione-capolavoro di Pjanic: Buffon immobile guarda il destro a effetto del bosniaco spegnersi alla sua destra. Subito Allegri mette Morata per Mandzukic ma non si vedono grossi cambiamenti. Anzi, dopo il valzer delle sostizuioni alla mezz'ora, Evra si fa espellere per doppia ammonizione al 77°. La Juve in dieci sbanda paurosamente e ci pensa Edin Dzeko a incornare di giustezza un cross da sinistra di Iago Falque al 79°.
Quando la gara sembra decisa la Juve tira fuori l'orgoglio delle giornate migliori: grande assist del nuovo entrato Pereyra per Paulo Dybala che accorcia le distanze a tre minuti dal termine. Il forcing finale dei campioni d'Italia è commovente: al 92° Bonucci schiaccia di testa a colpo sicuro ma Szcesny si supera cacciando in gola l'urlo dei fans bianconeri per il pareggio in extremis. Olimpico in festa, mentre Buffon e compagni restano a quota zero dopo due turni di campionato. Urge reagire, è vero, ma urgono anche rinforzi per una rosa che, dopo partenze ed infortuni eccellenti, va rimpolpata al più presto.

Roma-Juventus 2-1 (0-0)
Marcatori: 61° Pjanic (R), 79° Dzeko (R), 87° Dybala (J)

Roma: Szczesny 7; Florenzi 6,5 Manolas 6, De Rossi 7 Digne 7; Nainggolan 7, Keita 6 , Pjanic 8;  Salah 6,5 (dal 77° Iturbe) Dzeko 6,5 (dal 92° Ibarbo) Iago Falque 6,5. In panchina: De Sanctis, Maicon, Torosidis, Gyomber, Ucan, Ibarbo, Totti, Ljajic, Gervinho. All. Rudi Garcia.

Juventus: Buffon 7; Caceres 6, Bonucci 6, Chiellini 6; Lichtsteiner 5 (dal 72° Pereyra 6,5), Sturaro 5, Padoin 5 (dal 75° Cuadrado sv), Pogba 5,5 Evra 5; Dybala 6,5 Mandzukic 5 (dal 62° Morata 5,5). In panchina: Neto, Rubinho, Barzagli, Alex Sandro, Rugani, Vitale, Zaza. All. Allegri

Note: espulsi Rubinho (J) dalla panchina al 21' s.t. e Evra (J) al 33' s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti Pogba (J), Chiellini (J), Pjanic (R), De Rossi (R), Dzeko (R) per gioco scorretto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento