menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intoppo e ritardi per il Filadelfia, due società fanno ricorso al Tar

L'inaugurazione sognata per i novant'anni dell'impianto è ormai un'ipotesi remota. L'inizio dei lavori potrebbe slittare anche di un anno, o di qualche mese nella migliore delle ipotesi

Il popolo granata che sognava di entrare nuovamente nello stadio Filadelfia rinnovato e agibile tra un annetto rischia di rimanere fortemente deluso. A poco dalla firma che avrebbe consegnato le chiavi del cantiere alla ditta CS Costruzioni, l'aggiudicatrice dell'appalto, due società - la Secap Spa e la Alvit Srl - hanno presentato ricorso al Tar del Piemonte.

Questo allunga di fatto tutto l'iter e quindi anche l'inizio dei lavori: si parla di ritardi non calcolati che vanno dai quattro mesi nella migliore dell'ipotesi, a un anno nella peggiore. Mesi in cui il ricorso potrebbe non fermarsi solo al tribunale amministrativo, ma arrivare anche al Consiglio di Stato.

Il cronoprogramma inizialmente prevedeva l'apertura del cantiere intorno alla fine del 2015 e un'inaugurazione in occasione dei novant'anni dello stadio Filadelfia. Ipotesi che sono diventate irreali ancor prima di cominciare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento