Voti e pagelle Lione-Juventus 0-1: Superman è tornato

I voti della entusiasmante vittoria in Champions dei bianconeri

PAGELLE JUVENTUS

Juventus

Buffon 10: smentisce di essere invecchiato con una prestazione assolutamente perfetta. Alla parata sul tiro di Fekir lo applaude persino il collega Lopes, la cui espressione di ammirazione è più che eloquente.

Barzagli 6.5: noiosamente invalicabile, a voler essere pignoli sbaglia due passaggi in 90' e perde un duello aereo.

Bonucci 6: rischia di segnare un altro gol al Lione, gli si oppone Khedira. Poi decide di esaltare l'amico Buffon procurando un rigore e una deviazione, ma la generosità in avanti e la concentrazione per 88' gli danno la sufficienza in un periodo di certo poco fortunato.

Evra 6.5: a suo agio anche come terzo centrale, se si applica può togliere il posto anche a Chiellini.

Dani Alves 4.5: l'unico ampiamente sotto la sufficienza. Irritante e inutilmente lezioso, perde una quantità di palloni industriale facendo rimpiangere l'esclusione di Lichtsteiner (38'st Benatia sv).

Pjanic 6: spesso chiuso in mezzo all'imbuto avversario, l'ex della partita si rende decisamente più utile dopo che la Juve rimane in 10.

Lemina 5.5: due falli forse evitabili gli procurano un'espulsione che macchia una prestazione altrimenti ordinata e precisa, come da richieste di Allegri.

Khedira 6: nega il gol a Bonucci e si pesta spesso i piedi con Dani Alves, ma in entrmabi i casi non ha grosse colpe (30'st Sturaro 6.5: Allegri gli dice di “mangiarsi” gli avversari e lui li aggredisce da affamato soldatino).

Alex Sandro 6.5: nell'uno contro uno si esalta ed esalta i tifosi, ma i suoi assist non giungono quasi mai a destinazione.

Higuain 6: per un'ora rende pericolosi i pochi difficili palloni giocabili, poi sbaglia un gol facile e capisce che è meglio dare una mano alla squadra.

Dybala 6: gioca praticamente da ala destra, cercando lo scambio di posizione con Dani Alves che è poco disciplinato. Molta corsa ma poca precisione negli ultimi venti metri (25'st Cuadrado 7.5: segna un gol di pura volontà e dà la svolta di imprevedibilità che Allegri gli chiede per cambiare l'inerzia del match. Missione compiuta).

All. Allegri 7: come spesso gli accade vince la partita con un cambio. Nonostante l'uomo in meno non rinuncia ai tre punti e alla fine ha ragione lui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento