menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milan-Torino 1-0: neanche il 4-2-4 vale il pari, ai rossoneri basta un gol di Antonelli

I granata non sfigurano contro il Milan, che passa grazie a una distrazione nel finale di primo tempo. Ventura nella ripresa mette prima il tridente e poi il 4-2-4 ma non basta. Di Immobile l'occasione maggiore

Il Milan batte il Toro 1-0 nell'anticipo del sabato sera della 27ª giornata di Serie A. I granata se la giocano alla pari per tutti i 90', riuscendo ad avere almeno due occasioni da gol concrete, ma non riescono a pareggiare neanche col 4-2-4 che Ventura prova nei minuti finali.

Il Milan si fa pressante fin dai primi istanti: dopo un minuto e mezzo è l'ex Abate a fare paura con uno spunto dalla destra. Ma la coppia difensiva rossonera non è attenta come lunedì a Napoli, e tra Alex e Zapata (preferito a Romagnoli) si aprono diverse volte spazi di cui i granata non approfittano a pieno.
Per il primo vero pericolo bisogna aspettare quasi la mezz'ora, quando su calcio di punizione Honda fulmina Padelli che parte in ritardo, ma la palla rimbalza sulla traversa. Questo episodio accende la gara e soprattutto il Toro, che in pochi minuti ha due occasioni: prima Zappacosta è precipitoso e sbaglia l'appoggio in mezzo per Belotti, poi il Gallo avvia un contropiede che porta Immobile davanti al portiere; ma il centravanti viene chiuso da Zapata e decentrandosi non trova la traiettoria giusta per trafiggere Donnarumma e manda sull'esterno della rete.
Al 33' ancora un brivido per la retroguardia granata, ma Bacca non vede Niang e spreca da pochi metri. È l'anteprima di quanto succede 2' dopo, quando invece il centravanti brasiliano vede Bonaventura, lo serve di sponda e Jack costringe Padelli a una splendida deviazione
 in angolo. 
Poco prima della fine del tempo è invece Acquah a scatenare la serie di eventi che porta al gol di Antonelli al 45', quando con un errore marchiano dà palla a Kucka che si invola verso l'area e viene atterrato da Glik che si prende un cartellino giallo; la punizione di Honda viene deviata in corner, sul quale i granata lasciano libero il terzino rossonero libero di battere Padelli in uscita disperata.
Nel secondo tempo il Toro prova a schiacciare il Milan nella sua metà campo, senza tuttavia riuscire a creare seri pericoli dalle parti di un pur non sicurissimo Donnarumma, come dimostra il maldestro intervento sul tiro cross di Zappacosta (e alla moviola anche l'intervento al 14' su Peres. 
I granata lasciano però così ampi spazi alle ripartenze del Milan, che col passare dei minuti si fanno più pressanti sulla linea difensiva del Toro. Al 60' il gol giustamente annullato a Bacca per fuorigioco su azione d'angolo, che conferma la sofferenza su palle inattive. Il Toro comunque c'è, pur peccando di problemi nelle distanze durante la fase di possesso palla negli ultimi trenta metri. Ventura quindi toglie Baselli per Maxi Lopez, confermando col tridente l'intenzione di premere sulla trequarti avversaria, così come quando nel finale tenta la carta Martinez al posto di Zappacosta e il Toro finisce col 4-2-4 che il tecnico genovese schierava i tempi del Bari, con Bruno Peres scalato a terzino destro. Inutile, perché l'1-0 regge e il Toro torna a casa con più dubbi che certezze.

Milan-Torino 1-0
Milan (4-4-2):
Donnarumma; Abate, Zapata, Alex, Antonelli; Honda, Kucka, Bertolacci, Bonaventura; Bacca (44'st Balotelli), Niang (25'st Boateng). All. Mihajlovic.
Torino (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Zappacosta (40'st Martinez), Acquah, Vives, Baselli (32'st Maxi Lopez), Bruno Peres; Immobile, Belotti. All. Ventura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento