menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milan-Juve 1-2: Mandzukic-Pogba, la Juve rimonta dopo lo spavento

Rossoneri meritatamente in vantaggio al 18', il croato prima e il francese dopo siglano la rimonta della Juve, che allunga temporaneamente a +9 sul Napoli

La Juventus vince 1-2 in rimonta contro il Milan a San Siro e allunga temporaneamente a +9 sul Napoli. Una vittoria arrivata con fatica, dopo un meritato vantaggio rossonero che scuote una Juve inizialmente apparsa svagata.

La Juve parte davvero poco concentrata, con una leggerezza anche nei contrasti che non le è propria. All'8' è Buffon che deve respingere sulla linea uno scaltro tiro cross di Abate in percussione dalla destra. E al 14' Buffon è davvero miracoloso nel respingere la punizione di Balotelli indirizzata all'angolo basso oltre la barriera.

Ma sono segnali che la Juve non coglie, e così al 18' arriva il meritato vantaggio rossonero: a firmarlo di testa è Alex, che pure avrebbe meritato almeno un giallo al 4' quando era entrato a gomito alto su Mandzukic. Rugani non lo tiene, il difensore rossonero svetta e la Juventus prende il secondo gol su azione d'angolo di tutto il campionato, dopo quello firmato da Blanchard del Frosinone a inizio campionato.

Il colpo subito sveglia finalmente la Juve, che reagisce: al 21' Donnarumma neutralizza l'inserimento di Lichtsteiner, al 24' devia il tiro da fuori di Marchisio. Ma nulla può l'erede designato di Buffon sul gol dell'1-1. Proprio Gigi lancia lungo per Mandzukic, che di testa appoggia per Morata il quale chiude il triangolo e mette il croato in condizione di firmare il secondo gol in altrettante partite, dopo un digiuno che durava da dicembre.

Il Milan tuttavia non molla e dopo un po' di sbandamento riprende a farsi pericoloso, ma Buffon non è più chiamato a grossi interventi.

Nella ripresa il Milan ha ancora una fiammata iniziale: al 52' Buffon respinge un bolide da fuori di Bacca, ma poi è eccezionale nel deviare sulla traversa il tap in di Balotelli, che poi prova disperatamente un gol in tuffo con la mano ma Orsato se ne accorge e lo ammonisce. Poi però sale in cattedra Paul Pogba.

Al 60' batte una punizione da 20 metri per un fallo su Morata. La precisione è quasi perfetta, tanto che la palla prende il palo. Cinque minuti dopo però è cinico: da corner si libera del pressing di Abate e lascia partire un tiro che rimbalza a terra e supera Donnarumma. La rimonta juventina spezza definitivamente le gambe al Milan, che lascia ai bianconeri il pallino del gioco, almeno fino al recupero, quando prima Buffon è costretto a uscire di piedi, poi Boateng tira un missile che però non centra lo specchio.

Milan (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda (29'st Luiz Adriano), Montolivo, Kucka, Bonaventura; Balotelli (32'st Boateng), Bacca. All. Mihajlovic.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Rugani; Lichtsteiner (35'st Cuadrado), Pogba, Marchisio, Asamoah (38'st Evra), Alex Sandro; Morata (21'st Zaza), Mandzukic. All. Allegri.

RETI: 18' Alex, 27' Mandzukic, 20'st Pogba.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento