menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte: Torino Fc sito ufficiale

Fonte: Torino Fc sito ufficiale

Presentazione ufficiale di Mihajlovic, inizia il nuovo ciclo granata. E Cairo saluta anche Longo

Il tecnico serbo presentato ufficialmente in conferenza stampa. Cairo: "È l'inizio di un nuovo ciclo, in bocca al lupo anche al tecnico della Primavera"

La stagione 2016-2017 del Torino è iniziata oggi al Grand Hotel Sitea di via Carlo Alberto. Qui è avvenuta stamattina la presentazione ufficiale del nuovo allenatore granata, Sinisa Mihajlovic.

Il tecnico serbo ha firmato nelle scorse settimane il contratto biennale che lo lega alla società granata, dopo la fine del ciclo col prossimo allenatore della Nazionale Giampiero Ventura.

Ad aprire la conferenza stampa stamattina è stato il presidente del Toro Urbano Cairo, che ha appunto parlato di un nuovo ciclo.

Oltre a Ventura, Cairo ha sottolineato la nuova fase che inizia anche per la Primavera, dove il tecnico Moreno Longo, dopo uno scudetto e una supercoppa, inizia la sua nuova avventura alla Pro Vercelli con l'in bocca al lupo del presidente Cairo.

“Oggi per noi è un momento importante: ripartiamo con Sinisa Mihajlovic in panchina” ha quindi dichiarato Cairo, spiegando: “I cardini fondamentali per cui abbiamo fatto questa scelta sono tre. Il primo è la capacità del mister di lavorare sui giovani oltre che su quelli già affermati. Il secondo è il suo carattere tremendista: mi ricorda molto Giagnoni, l'allenatore che pose le basi del Toro vincente di Gigi Radice. Infine il fatto che Mihajlovic è una persona con grande ambizione”.

“Dopo anni nel mondo del calcio ho imparato che occorre tenere i piedi per terra e parlare con i fatti. Abbiamo scelto Mihajlovic perché lo stimiamo molto” ha proseguito il presidente granat, sottolineando che “insieme decideremo quali innesti fare nella rosa e quali calciatori cedere. Scaramanticamente non voglio dire quale sia il nostro obiettivo, anche perché non abbiamo ancora costruito la squadra. Sicuramente vogliamo ottenere dei buoni risultati, ma non ci sono imperativi categorici se non quello di mettercela tutta e lavorare a testa bassa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento