"Non ha commesso abusi sui figli": prosciolto dalle accuse l'ex portiere del Toro

La vicenda giudiziaria

Matteo Sereni ai tempi in cui era portiere del Toro (foto ANSA)

Prosciolto dall'accusa di aver commesso abusi sessuali sui figli piccoli: si chiude così, dopo quasi nove anni, la delicata vicenda giudiziaria di Matteo Sereni, ex portiere del Toro dal 2007 al 2010. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torino, Francesca Firrao, ha deciso ieri, mercoledì 4 dicembre 2019, l'archiviazione del procedimento nei confronti dell'ex portiere di Torino, Lazio, Sampdoria e Brescia, che quindi non sarà imputato in processo.

"Nel caso in esame quasi tutti i magistrati che se ne sono occupati hanno evidenziato che i minori sono stati in più occasioni sentiti con modalità inappropriate (domande incalzanti e suggestive)", ha scritto il gip Firrao. Una tesi sostenuta dagli avvocati di Sereni, Michele Galasso e Giacomo Francini, secondo i quali "le piccole persone offese sono state per lungo tempo e reiteratamente interrogate con modalità inappropriate, e potenzialmente suggestive di falsi ricordi, dalla moglie separata, Silvia Cantoro, dalla suocera Franceschina Mulargia e dai consulenti tecnici in ambito civile e penale".

Nel 2011 Sereni era stato denunciato dall'ex moglie, ed era poi stato condannato in primo grado (con rito abbreviato) a tre anni dal tribunale di Tempio Pausania. Ma poi la corte d'appello di Sassari aveva annullato il procedimento del gup, e spedito gli atti al tribunale di Torino, dove sarebbero stati commessi i presunti abusi. A Torino il pubblico ministero, Giulia Marchetti, ha chiesto l’archiviazione del procedimento, richiesta accolta dal gip.

Ma i legali di Silvia Cantoro, Sara Carsaniga e Nicola Devita, sostengono che la vicenda non si è affatto conclusa. "Presso la procura di Cagliari pende altro procedimento nel quale è stato notificato avviso di conclusione di indagini nei confronti di Sereni e altri due soggetti sempre in relazione alle dichiarazioni rese dai minori, che peraltro altro giudice aveva valutato diversamente dal Gip di Torino tanto da pervenire alla pronuncia di una sentenza di condanna, senza altra pronuncia nel merito" spiegano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Piemonte verso la zona gialla e le regole per le festività natalizie: riepilogo

  • Tragedia in ospedale a Torino: paziente si uccide gettandosi dal quarto piano

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Torino, da due anni viveva alla fermata del tram assieme ai suoi cinque cani: la municipale la salva

Torna su
TorinoToday è in caricamento