Sport

Lutto nel mondo del calcio: morto Tarcisio Burgnich

Aveva militato una stagione nella Juve, prima di diventare un'icona dell'Inter di Herrera

La Juventus 1960-61: Burgnich è il secondo da sinistra in piedi, tra Colombo e Charles

Lutto nel mondo del calcio: all'età di 82 anni è morto in Versilia, dopo una lunga malattia, Tarcisio Burgnich, icona del calcio italiano e dell'Inter di Helenio Herrera, ma anche ex calciatore della Juventus.

Chi era Tarcisio Burgnich

Nato a Ruda, in Friuli Venezia Giulia, Burgnich fu campione d'Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel '70 con la nazionale italiana.

Prima di diventare il terzino destro dell'Inter di Herrera - con cui totalizzò 467 presenze in gare ufficiali, vincendo quattro scudetti, due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali - e di finire nella leggenda con quella squadra che i tifosi di calcio sapevano a memoria (Sarti, Burgnich, Facchetti, Bedin, Guarneri, Picchi, Jair, Mazzola, Peirò, Suarez, Corso), Burgniche aveva giocato un anno nella Juventus.

Arrivò a Torino dall'Udinese, dove aveva giocato nelle giovanili arrivando all'esordio in Serie A: era il 1960, e il giovane Burgnich fu acquistato su suggerimento di Giampiero Boniperti. Alla Juve ebbe però poco spazio, collezionò solo 13 presenze e passò poi al Palermo, nell'operazione che portò in bianconero il portiere Anzolin. Dopo un anno in Sicilia andò all'Inter, dove ebbe inizio la sua leggenda. 

La carriera dello sportivo terminò al Napoli, squadra con la quale vinse la Coppa d'Italia e la Coppa di Lega italo-inglese. In nazionale giocò tra il 1963 e il 1974 collezionando ancora una volta diversi e memorabili successi. Verso la fine degli anni '70 divenne allenatore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nel mondo del calcio: morto Tarcisio Burgnich

TorinoToday è in caricamento