rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

Lorenzo Sonego ce l'ha fatta: il torinese conquista in casa il primo punto per l'Italia

La vittoria al Pala Alpitour

Ci sono momenti che non si dimenticano. La giornata perfetta l’ha vissuta Lorenzo Sonego, granata doc, che a pochi passi dallo stadio Grande Torino ha vinto il suo primo match in Coppa Davis.

Il tennista torinese, che è cresciuto nel quartiere di Santa Rita, nella sfida contro gli Stati Uniti, ha conquistato il primo punto per l’Italia.

Coppa Davis: L’Italia 1-0 sugli Usa con Sonego

Un successo convincente e autorevole, due set a 0 (6-3, 7-6) contro lo statunitense Reilly Opelka, dotato di un grande servizio e per nulla arrendevole.

Sonego, però, si è esaltato davanti al suo pubblico e ha offerto una prova davvero convincente. Quella di cui aveva bisogno l’Italia per iniziare nel modo migliore la competizione a squadre più prestigiosa.

“È bellissimo essere qui a Torino, nella mia città, nella mia Italia! Ora tutti per Sinner!".

Decisivo, per piegare la resistenza dell’americano, il primo set, quando Sonego conquista il break sul 5-3 e poi chiude autorevolmente in 6-3.

La lotta nel secondo resta in equilibrio fino al decisivo tie-break. Sonego, spinto anche dal pubblico, si esalta nuovamente e va a conquistare l’incontro al tie-break, riuscendo nel finale a spegnere ogni velleità dello statunitense che era riuscito a stare in partita fino al 5-4.

Per Sonego è il giorno che aveva sempre desiderato vivere. Ora avanti tutta Italia. Sinner contro Isner può già chiudere i conti con gli Stati Uniti. Domani la sfida con la Colombia, alle ore 16, che potrà decidere la vincitrice del gruppo E (Italia, Usa, Colombia) che lunedì 29 novembre incontrerà nei quarti di finale, al Pala Alpitour, la vincente del gruppo D (Croazia, Australia, Ungheria).

Sonego e Sinner da urlo: Italia super al Pala Alpitour

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lorenzo Sonego ce l'ha fatta: il torinese conquista in casa il primo punto per l'Italia

TorinoToday è in caricamento