Sport

Juventus-Shakhtar, probabili formazioni: dubbio in avanti

Ballottaggio Matri-Giovinco-Quagliarella. La Juventus ha a disposizione 24 giocatori per la gara di Champions League in programma domani contro lo Shakhtar Donetsk. Carrera: "Bisognerà stare molto attenti"

La Juventus cerca la prima vittoria in questa Champions League 2012-2013. La squadra del duo Antonio Conte - Massimo Carrera è chiamata a vincere, allo Juventus Stadium, contro lo Shakhtar Donetsk. Le cifre dicono quanto la squadra di Mircea Lucescu sia forte: ha subito solo 6 gol in 10 partite, da 25 è imbattuto, gioca molto bene in ogni zona del campo e ha un allenatore che che conosce bene il calcio e ha a disposizione un grande potenziale di tecnica. Il pareggio in rimonta a Londra è stato molto importante per i ragazzi dello squalificato Conte. Questa partita casalinga è importante perchè battendo gli ucraini la Juve raggiungerebbe quota 4 punti superando proprio gli avversari di questa partita, al momento in testa al girone.

QUI JUVENTUS - "Lo Shakhtar è un avversario molto forte e anche sottovalutato: per me è stata la migliore delle seconde nel sorteggio e noi non siamo certo stati fortunati". È il giudizio di Giorgio Chiellini sull'avversaria di domani in Champions League. "Noi vogliamo batterlo ma lo rispettiamo perchè molti suoi giocatori brasiliani potrebbero giocare titolari nei club europei. La nostra arma è l'aggressività e cercheremo di fare la partita. Ci vorrà comunque la migliore Juve". La pensa così anche Massimo Carrera, che definisce la squadra ucraina "molto tecnica e allenata da uno che conosce bene il calcio. Ci sono tanti brasiliani che giocano bene la palla, dunque bisognerà stare molto attenti". L'unico dubbio della vigilia è il solito, in casa bianconera: quale sarà l'attaccante che farà coppia con Vucinic.
 
QUI SHAKHTAR - "Pirlo merita il Pallone d'oro e la Juve, in questo momento, è la prima squadra in Europa". Mircea Lucescu, allenatore dello Shakhtar Donetsk, assegna i suoi Oscar ai bianconeri alla vigilia della sfida di Champions League. "Conosco molto bene Andrea - racconta il tecnico degli ucraini, - l'ho fatto esordire al Brescia a quindici anni e mezzo, poi l'ho allenato di nuovo nel breve periodo all'Inter. La sua evoluzione è stata eccezionale. Sono convinto che per quanto fatto l'anno scorso e con l'Italia meriti il Pallone d'oro". Lucescu avverte però che "la Juve non è solo Pirlo. In questo momento - afferma - la considero la prima squadra d'Europa per risultati, per i giocatori che fornisce alla Nazionale, per il gioco. È una squadra ben organizzata, costruita bene, con gli innesti di cui c'era bisogno. Hanno tutti giocatori internazionali, fondamentale è la 'colonna vertebralè da cui nasce il gioco: Buffon-Bonucci-Pirlo-Vucinic. Ma Pirlo è il numero uno".
 
I NUMERI - Considerando anche il periodo in cui lo Shakhtar rappresentava l'allora federazione sovietica, si tratta del secondo confronto ufficiale tra le due squadre in Italia: il precedente risale alla coppa Uefa 1976/77, vittoria della Juventus per 3-0 in data 24 novembre 1977, andata degli ottavi di finale, con gol di Bettega al 16', Tardelli al 19' e Boninsegna al 38'. La Juventus, escludendo il precedente contro lo Shakhtar, ospita per la terza volta una rivale ucraina, e finora è imbattuta: 1 successo (5-0 sulla Dinamo Kiev nella Champions 2002/03) ed 1 pareggio (1-1 contro la Dinamo Kiev nella Champions 1997/98), il bilancio a favore dei bianconeri. Lo Shakhtar, sempre comprendendo il periodo in cui rappresentava la ex federazione sovietica, è alla nona trasferta ufficiale in Italia ed ha sempre subito gol: bilancio di 1 successo, 1 pareggio e 6 sconfitte ucraine, per un totale di 25 reti al passivo. 
 
L'ARBITRO - L'arbitro di Torino sarà l'olandese Bas Nijhuis, classe 1977, internazionale dal 2007. La Juventus è all'esordio con lui, ma le formazioni italiane nelle coppe europee contano 2 incroci: Genoa-Lilla 3-2 nell'Europa League 2009/10 e Vaslui-Inter 0-2 il 23 agosto scorso, in Europa League. I precedenti con club ucraini sono 2, mai con lo Shakhtar, con bilancio di 1 pareggio (Lech Poznan-Dnipro 0-0, Europa League 2010/11) ed 1 sconfitta (Karpaty-Siviglia 0-1, Europa League 2010/11).
 
PROBABILI  FORMAZIONI
Juventus (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 26 Lichtsteiner, 23 Vidal, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 22 Asamoah, 9 Vucinic, 12 Giovinco. (30 Storari, 2 Lucio, 11 De Ceglie, 4 Caceres, 24 Giaccherini, 27 Quagliarella, 32 Matri). All. Carrera. 
Shakhtar (4-1-4-1): 30 Pyatov, 33 Srna, 5 Kucher, 44 Rakitskiy, 26 Rat, 3 Hubschman, 22 Mkhitaryan,ÿ7 Fernandinho, 10 Willian, 77 Ilsinho, 9 Luiz Adriano. (32 Kanibolotskiy, 6 Stepanenko, 11 Eduardo, 18 Devic, 20 Douglas Costa, 29 Alex Teixeira, 38 Kryvtsov). All. Lucescu. 
Arbitro: Nijhuis (Olanda). 
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus-Shakhtar, probabili formazioni: dubbio in avanti

TorinoToday è in caricamento