Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Juventus, contro il Real ci si gioca tutto: servono tre punti

Martedì la Champions, carica Marchisio: "Possiamo fargli male". Quagliarella o Llorente al fianco di Tevez

La Juventus è pronta, martedì c'è il Real Madrid. "Al Bernabeu abbiamo visto che le possibilità per fargli male ci sono" assicura Claudio Marchisio, che indica la strada in vista della sfida agli spagnoli di martedì sera, fondamentale per il cammino europeo dei bianconeri. "Dovremo giocare come se fosse l'ultima partita del girone, i calcoli si possono fare solo alla fine, non prima". 

Carica pura, quella di Marchisio, per un'impresa che sembra alla portata della formazione di Conte. Proprio la sfida di andata ha dimostrato che la distanza con la superpotenza allenata da Ancelotti non è siderale. Senza contare che i bianconeri hanno ritrovato il passo giusto in campionato, con tre vittorie consecutive, e soprattutto attenzione e solidità difensiva. 

La Juve di martedì dovrebbe ricalcare quella di Madrid: difesa a 4, con Barzagli e Bonucci in mezzo (Chiellini è squalificato), Caceres e Ogbonna (o Asamoah) esterni, Vidal-Pirlo-Pogba a centrocampo, Tevez e lo stesso Marchisio in appoggio a un centravanti. Che potrebbe essere Llorente (in gol in Spagna) o Quagliarella, l'uomo di coppa, ieri tornato in grande stile. Un 4-3-3 utile a limitare il Real sugli esterni e ad approfittare delle occasioni che concede la difesa madridista. 

"Credo sia anche una caratteristica del Real - ragiona Marchisio -, ha giocatori molto forti davanti che a volte aiutano un pò di meno nella fase difensiva. Così concedono molto e arrivano anche dei gol. Il nuovo modulo ha portato ottimi risultati, a prescindere dalla sconfitta. Al Bernabeu abbiamo fatto un'ottima partita per attenzione, gioco e organizzazione". 

Dopo gli spagnoli, la super settimana della Juve culminerà nell'incrocio con il Napoli. "Non scambierei una vittoria con il Real con una sconfitta con il Napoli: dobbiamo cercare di vincerle tutte e due - chiosa Marchisio -. La squadra di Ancelotti è costruita per vincere tutto ma anche la nostra, dopo due scudetti, è sempre stata migliorata con giocatori nuovi, con giocatori sempre più forti e con una rosa più ampia. Una vittoria sul Napoli sarebbe molto importante per rimanere attaccati alla Roma e staccarli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, contro il Real ci si gioca tutto: servono tre punti

TorinoToday è in caricamento