Sport

Juventus-Nordsjaelland, probabili formazioni: Matri guida l'attacco

I giornalisti danesi chiedono ancora di Bendtner, l'idolo di casa: "Si è inserito bene - risponde Alessio - ha giocato a Catania, contro Bologna e Inter. Da lui ci aspettiamo qualche gol"

Conta solo vincere: è l'unico modo per sperare di andare avanti in Champions. Il messaggio di Angelo Alessio non lascia dubbi. Ma nonostante la vigilia del match decisivo con il Nordsjaelland, si parla ancora di Juve-Inter e i bianconeri mandano risposte al vetriolo ai nerazzurri che avevano ancora denunciato i torti arbitrali. "Come diceva John Elkann, devono imparare a vincere - attacca duro il vice-Conte - È facile parlare di arbitri, ma vanno difesi. Allora noi avremmo potuto pensare che sia stato voluto pure l'errore del rigore non concesso a Marchisio lo scorso anno a San Siro. Penso al rigore non dato al Catania e al gol di Nagatomo in fuorigioco con la Sampdoria". 

"Se non riusciremo a battere i danesi e ad andare avanti, vuol dire che meritiamo l'Europa League - taglia corto Leonardo Bonucci - Indubbiamente, se uscissimo dalla Champions, potrebbe verificarsi un contraccolpo negativo. È però ingeneroso giudicare male la squadra per la prima sconfitta dopo 49 partite: sarebbe più giusto pensare da dove venivamo un anno e mezzo fa. Anzi, sono sicuro che questa battuta d'arresto ci aiuterà a tornare la vera Juve. Quest'anno non sempre lo siamo stati, perchè è venuta a mancare un pò di fame di vittorie. Sono certo che da domani sera rivedrete la vera Juventus".
 
È la prima volta che Juventus e Nordsjaelland si affrontano in Italia. Juventus al bis in casa contro club danesi: il precedente è stato un 3-3 contro l'Hvidovre nella coppa dei Campioni 1982/83. La Juventus non perde nelle coppe europee dal 18 marzo 2010 quando, in Europa League, venne superata per 1-4 in casa del Fulham. Nelle seguenti 13 partite lo score bianconero è stato di 4 vittorie e 9 pareggi (di cui 9 nelle ultime 9 gare). La Juventus non vince in Europa dal 26 agosto 2010 quando, nel playoff di Europa League, si impose in casa per 1-0 contro lo Sturm Graz: da allora i bianconeri hanno raccolto 9 pareggi, stabilendo così la nuova striscia negativa record del club in ambito continentale, serie ancora in corso. 
 
L'ultima vittoria europea del Nordsjaelland risale al 26 agosto 2008 quando, in coppa Uefa, si impose per 2-1 in casa contro il Queen of the South. Nelle successive 9 euro-gare disputate lo score danese è di 2 pareggi e 7 sconfitte. Dirige il macedone Aleksandar Stavrev, classe 1977, internazionale dal 2006. Stavrev dirige per la prima volta in gare ufficiali sia la Juventus, sia il Nordsjlland. Il fischietto macedone conta un precedente ufficiale con club italiani: nell'Europa League 2009/10 la Roma si impose per 3-0 in casa del Cska Sofia. Stavrev dirige per la terza volta in gare ufficiali club danesi che finora hanno sempre vinto, in entrambe le occasioni in casa: Midtjylland-Haka 5-2 nella coppa Uefa 2007/08 ed Odense-Young Boys 2-0, nell'Europa League 2010/11. 
 
PROBABILI FORMAZIONI
Juventus (3-5-2): 1 Buffon, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini, 33 Isla, 23 Vidal, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 22 Asamoah, 32 Matri, 27 Quagliarella. (30 Storari, 2 Lucio, 4 Caceres, 6 Pogba, 24 Giaccherini, 12 Giovinco, 17 Bendtner). All. Alessio. 
Nordsjaelland (4-2-3-1): 1 Hansen, 18 Parkhurst, 2 Okore, 21 Runje, 8 Mtiliga, 6 Adu, 7 Stokholm, 5 A. Christiansen, 11 Nordstrand, 15 John, 10 Beckmann. (16 Villadsen, 17 S. Christiansen, 19 Gundelach, 22 Laudrup, 20 Lorentzen, 23 Ticinovic, 30 Petry). All. Hjulmand. 
Arbitro: Stavrev (Macedonia)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus-Nordsjaelland, probabili formazioni: Matri guida l'attacco

TorinoToday è in caricamento