Sport

Juventus, Guarin e Behrami i veri due obiettivi. E poi c'è il sogno Caceres

Marotta vorrebbe assicurare ad Antonio Conte un'arma in più nel settore che, con il trio Pirlo-Vidal-Marchisio, rappresenta già il motore della squadra in testa alla serie A

Il colombiano Guarin ha nel tiro dalla distanza il suo pezzo forte

Nel mercato di gennaio la Juventus sta studiando il modo migliore per rinforzare il centrocampo. Beppe Marotta punta ad assicurare ad Antonio Conte un'arma in più nel settore che, con il trio Pirlo-Vidal-Marchisio, rappresenta già la chiave della squadra che vola imbattuta in testa alla classifica. Tanti i nomi che circolano in questi giorni: da Pizarro a Palombo, da Kuzmanovic a Nainggolan, da Guarin a Behrami. Ed è proprio su questi ultimi due nomi che si stanno incentrando le ultime manovre: entrambi infatti hanno caratteristiche da interno simili a quelle di Marchisio e Vidal. I colpi, lo sottlineamo, sonodifficili. Behrami è stato chiesto alla Fiorentina durante il contatto per Amauri: Marotta ha proposto in cambio sia Krasic sia Pazienza, ma niente da fare perché la società viola non intende privarsi dello svizzero. Niente da fare almeno per ora, comunque, perché non è escluso nei prossimi giorni un ulteriore tentativo.


Da Oporto, intanto, rimbalza la notizia bomba della giornata di mercato: Guarin non é stato convocato per la gara di campionato di questa sera del Porto pur non avendo problemi fisici, come conferma il quotidiano 'A Bola'. Si tratterebbe quindi di un ulteriore indizio sulla rottura tra il giocatore e il club di Oporto, che potrebbe dare il via all'accelerazione decisiva da parte della Juve (11 milioni l'offerta bianconera rispetto ai 13 richiesti). Ma dietro a Guarin c'è anche l'Inter, che è persino più convinta della Juventus di chiudere l'operazione. Il solo posto libero per un extracomunitario la Juve lo potrebbe così conservare per Martin "el pelado" Caceres. La sensazione è che con il Sevilla la trattativa in qualche modo si chiuderà, per una cifra vicina ai 10 milioni di euro. Molto complesso e intricato il capitolo cessioni. Amauri resta sempre nell'orbita Fiorentina. L'agente dell'attaccante, Giampiero Pocetta conferma: "Non ci sono ulteriori novità nelle ultime ore, siamo allo stesso punto di qualche giorno fa. Non vedo passi in avanti, insomma". Raffreddatasi la pista Milan, il club viola resta comunque in pole position. Grosso e il Lecce sembrano vicini, mentre per Toni l'ostacolo maggiore nelle trattative è rappresentato dall'ingaggio. Siena, Bologna, Cesena e Cagliari non possono permetterselo, per lui si apre una possibilità nella serie B francese al Monaco. La squadra è completamente concentrata per la partita con il Cagliari, vuole mantenere la testa della classifica. "Finora abbiamo svolto un grande lavoro - sottolinea Andrea Barzagli, ritornato in forma mondiale - siamo primi meritatamente ma c'é ancora tanta strada da fare. Penso comunque che sia troppo presto per parlare di sfida a due con il Milan: l'Udinese è lì dietro come la Lazio e anche l'Inter potrebbe rientrare". Arturo Vidal pensa positivo: "Con Conte stiamo costruendo una squadra competitiva. Mi fa giocare nella mia posizione preferita: posso attaccare, difendere e muovermi a tutto campo. Con Marchisio mi trovo molto bene, abbiamo caratteristiche simili e ci proteggiamo a vicenda".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Guarin e Behrami i veri due obiettivi. E poi c'è il sogno Caceres

TorinoToday è in caricamento