Sabato, 18 Settembre 2021
Sport

Juventus, Marotta: "Conte può diventare un numero uno"

Il 30 dicembre i bianconeri partiranno per Dubai dove svolgeranno un mini-ritiro invernale e nel frattempo il dirigente bianconero ha parlato della squadra e del suo mister: "È sulla strada per diventare un grande allenatore"

La Juventus inizierà il 2012 con una tournee negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita. Il 30 dicembre infatti i bianconeri partiranno per Dubai dove svolgeranno un mini-ritiro invernale. Mercoledì 4 gennaio si sposteranno quindi a Riad, capitale dell'Arabia Saudita, dove il giorno dopo (alle 19.15 locali) saranno impegnati in amichevole contro l'Al-Hilal, organizzata per l'addio al calcio della gloria locale, Mohamed Al-Deayea.  Subito dopo la gara, la Juve tornerà in Italia: atterraggio a Brindisi e due giorni di ritiro a Lecce in attesa della ripresa del campionato, l'8 gennaio contro la formazione pugliese.

È Antonio Conte lo juventino dell'anno secondo Beppe Marotta. "È sulla strada per diventare un grande allenatore", ha sottolineato il direttore generale bianconero, convinto che "dietro il momento felice della squadra ci sia soprattutto il grande lavoro di Conte, che ha portato mentalità vincente e organizzazione di gioco". Questo Natale sarà l'ultimo di Del Piero con la Juventus, ma Marotta preferisce non tornare sull'argomento e sottolinea invece l'importanza di Quagliarella, tornato al gol ieri dopo un anno. "Conte ha sempre agito con la massima correttezza nei confronti dei giocatori mandando in campo i più preparati e adatti alla situazione. Quagliarella - ha notato - era reduce da un grave infortunio e siamo felici che abbia trovato subito il gol nel nostro stadio".

Prima della sosta i bianconeri saranno impegnati contro l'Udinese, "una partita importante ma non determinante per l'esito finale del Campionato", ha chiarito Marotta che nelle prossime settimane sarà impegnato sul fronte del mercato. "Non abbiamo esigenze particolari, ma è obbligatorio valutare cosa offre il mercato e siamo pronti a cogliere l'opportunità per dare maggiore qualità al gruppo. Comunque - ha aggiunto - Tevez non ci interessa e se arriverà in Italia non sarà alla Juventus". Infine Marotta non ha escluso definitivamente l'Inter dalla corsa scudetto. "Le statistiche dei campionati precedenti dicono che le grandi possono recuperare velocemente. Tutto è possibile - ha concluso - perchè ci sono tanti punti a disposizione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Marotta: "Conte può diventare un numero uno"

TorinoToday è in caricamento