Martedì, 26 Ottobre 2021
Sport

Juventus, emergenza attacco: Quagliarella e Vucinic ko

E Agnelli ironizza su Inter, capitale Indonesia e' Jakartone...

Juve, e' allarme attacco. Alla vigilia del ciclo impegnativo di sette partite in tre settimane, che iniziera' domenica prossima con la trasferta di Firenze e passera' per la doppia sfida europea con il Real Madrid, Conte perde Fabio Quagliarella, fuori 20 giorni per una lesione muscolare.

Intanto, il presidente bianconero, Andrea Agnelli, pensa alla rivale Inter e accoglie con ironia il nuovo proprietario del club nerazzurro, Erick Thohir. "La capitale indonesiana ribattezzata... non piu' Jakarta ma Jakartone" recita un post pubblicato su Facebook, con un chiaro riferimento agli scudetti 2005 e 2006 assegnati a tavolino ai nerazzurri per lo scandalo Calciopoli e ribattezzati dal popolo bianconero 'di cartone'.

Meno portato all'ironia deve essere Antonio Conte, dato che l'infortunio di Quagliarella e' un contrattempo particolarmente fastidioso in un momento in cui deve fare gia' a meno di Vucinic, anch'egli bloccato da noie muscolari, rimediate contro il Galatasaray. Davanti, dunque, restano solo in tre: Tevez, Giovinco e Llorente. L'infortunio di Quagliarella priva il tecnico bianconero del centravanti "di coppa", visto che l'ex napoletano ha fatto centro sia con il Copenaghen sia con il Galatasaray.

Una sicurezza, dunque, in attesa del rientro a pieno regime di Vucinic, di conferme da parte di Giovinco, rinato con il gol decisivo al Milan, e dell'esplosione definitiva di Llorente. Ora bisognera' fare di necessita' virtu', limitando anche quelle rotazioni di uomini sulle quali Conte ha incentrato l'ultimo mese fitto di impegni.

A Firenze, come a Madrid, sara' emergenza, dunque. Per l'incontro con i viola, sicuro Tevez, il partner potrebbe essere Giovinco, che bene ha fatto contro il Milan, e non solo per il gol. Anche se l'opzione Llorente non e' da scartare. Per la Champions invece, la soluzione potrebbe essere diversa: non piu' due punte, ma una sola (Tevez) e un centrocampo con tutti i migliori insieme, ovvero Pirlo, Pogba, Marchisio e Vidal, con uno di questi ultimi due in appoggio all'unico attaccante.

I problemi per Conte, sono anche sulla fascia destra. Lichtsteiner e' bloccato dal match con il Galatasaray e al massimo sara' pronto per Madrid, Isla non e' al massimo per una botta alla coscia rimediata con il Cile, anche se la scorsa notte ha giocato 90 minuti nel match con l'Ecuador; Caceres non e' ancora pronto al rientro e Padoin non ha convinto in pieno nell'ultima uscita da titolare. L'impressione e' che, preservando Pogba per la trasferta spagnola, il ballottaggio sara' proprio tra Isla e Padoin.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, emergenza attacco: Quagliarella e Vucinic ko

TorinoToday è in caricamento